FTSEMib sempre positivo (ma ripiega dai massimi)


Seduta decisamente positiva per BPER Banca e IntesaSanpaolo. Molto bene anche Generali. All’Euronext Growth Milan focus su Energy, nel giorno del debutto

mercato-positivo_3I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno iniziato la settimana con una seduta incerta, dopo le ottime performance messe a segno la scorsa ottava. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades – ha segnalato che le migliori performance dei mercati azionari del Vecchio Continente sono quelle legate al settore dei servizi di comunicazione e da quello finanziario, che guidano i listini a ridosso alle loro resistenze di breve termine. Tuttavia, l’esperto ha segnalato che alcuni investitori rimangono scettici sul fatto che l’attuale appetito per gli asset rischiosi continuerà ulteriormente nel mese di agosto. “Gli investitori potrebbero essere tentati di trarre profitto dalla migliore performance mensile registrata dai mercati azionari da novembre 2020, mentre permangono ancora i principali fattori trainanti del mercato ribassista come l’aumento dell’inflazione, l’inasprimento della liquidità e la prospettiva di una recessione”, ha ipotizzato Pierre Veyret.

Alle ore 15.25 il FTSEMib guadagnava lo 0,83% a 22.592 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.485 punti e un massimo di 22.808 punti. Alla stessa ora il FTSE Italia All Share era in progresso dello 0,74%. Variazioni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,01%) e per il FTSE Italia Star (-0,59%).

Lo spread Btp-Bund si è riportato a 225 punti, dopo che il rendimento del titolo italiano con scadenza a 10 anni è tornato sotto il 3,05%.

Il bitcoin oscilla intorno ai 23.000 dollari (circa 22.500 euro).

L’euro è tornato a 1,025 dollari.

 

Spunti importanti per i titoli del settore bancario, in scia al rally di HSBC: l’istituto britannico ha diffuso una trimestrale migliore delle attese.

In evidenza IntesaSanpaolo (+1,35% a 1,752 euro) e UniCredit (-0,25% a 9,556 euro). L’agenzia S&P Global ha allineato a quello del debito sovrano italiano l’outlook sul rating dei due istituti, portandolo da “positivo” a “stabile”. Gli esperti hanno confermato i rating a lungo termine “BBB” e breve termine “A-2”.

Performance migliore per BPER Banca (+2,93% a 1,3895 euro). L’istituto ha comunicato i risultati provvisori relativi all’OPA lanciata sulle azioni ordinarie e di risparmio di Banca Carige. Alla chiusura dell’operazione risultano portate in adesione 96.028.051 azioni ordinarie Banca Carige, rappresentative del 12,6% del capitale dell’istituto ligure, e un’azione di risparmio. Pertanto, BPER Banca arriverà a detenere il 93,9% del capitale di Banca Carige in azioni ordinarie, più il 5% del capitale di azioni di risparmio.

 

Generali registra un rialzo del 2,54% a 14,955 euro, nel giorno in cui si riunirà il consiglio di amministrazione per l’esame dei risultati semestrali, che saranno diffusi il 2 agosto, prima dell’avvio delle contrattazioni di Piazza Affari. Intanto, la compagnia assicurativa ha comunicato che, al termine dell’obbligo di acquisto delle azioni Cattolica Assicurazioni, è arrivata a detenere complessivamente 222.314.819 azioni ordinarie Cattolica, pari al 97,36% del capitale. Sulla base di questi risultati, Generali darà corso alla procedura congiunta, mentre Borsa Italiana ha disposto la dalla quotazione di Cattolica Assicurazioni a partire dalla seduta del 12 agosto 2022.

 

Telecom Italia TIM guadagna lo 0,28% a 0,2168 euro. Con riferimento alle indiscrezioni di stampa circa l’uscita di manager dai vertici del gruppo, la compagnia telefonica ha precisato che di non aver rilasciato alcuna comunicazione a riguardo.

 

In ribasso EXOR (-1,76% a 67,16 euro). La holding della famiglia Agnelli ha comunicato che il consiglio di amministrazione ha approvato la proposta di spostare la quotazione delle proprie azioni all’Euronext Amsterdam, listino che ospita già alcune delle proprie controllate. EXOR prevede che la quotazione sul listino olandese possa diventare effettiva da metà agosto. A seguito del trasferimento della quotazione all’Euronext Amsterdam la holding farà domanda per delistare i propri titoli da Piazza Affari.

 

Al segmento STAR spicca il balzo di Gefran (+12,2% a 9,96 euro). La società ha sottoscritto un accordo quadro per la cessione del business azionamenti al gruppo brasiliano WEG per un valore complessivo di 23 milioni di euro.

 

All’Euronext Growth Milan focus su Energy, nel giorno del debutto nel listino dedicato alle PMI dinamiche e competitive. Il titolo registra un balzo del 13,2% a 2,7175 euro. Le azioni della società sono state collocate a 2,4 euro, con una capitalizzazione iniziale pari a 147,3 milioni di euro.


We would love to give thanks to the author of this post for this outstanding content

FTSEMib sempre positivo (ma ripiega dai massimi)

Explore our social media profiles along with other pages related to themhttps://prress.com/related-pages/