Ecco Sky Glass, il TV di Sky che rivoluziona lo zapping e mette lo streaming al centro. Tutto quello che c’è da sapere

Era il 2006 quando
Sky inventò quella che per molti era l’acqua calda, ovverosia l’alta
definizione. Le TV HD esistevano già ma erano largamente inutili, visto che non
esistevano contenuti se non occasionali, e quindi restavano appannaggio dei
super-appassionati, con numeri molto bassi. Sky cambiò le regole lanciando un
palinsesto di trasmissioni regolari in HD e venendo così ai propri clienti
interi container di TV HD. Fu un successo e segnò la vera nascita dell’alta
definizione in Italia. In fondo Sky non aveva inventato nulla, se non messo
insieme tutte le condizioni perché una cosa tecnicamente valida lo diventasse
anche nell’esperienza della maggior parte degli utenti.

Volendo ben vedere,
non è molto diverso da quanto fece Apple al lancio di iPhone: prese tecnologie
esistenti e le rese ben coordinate tra loro, curando soprattutto l’esperienza
di utilizzo e non inseguendo potenzialità difficili da mettere a terra, come avevano
fatto fino ad allora i produttori di smartphone, che già esistevano da anni. E
tutti oggi ritengono che gli smartphone siano nati davvero con l’iPhone.

Sky ci riprova:
questa volta l’idea è quello di dimostrare che le Smart TV, che già esistono,
nascano davvero solo oggi, con il lancio di Sky Glass. Vediamo cos’è e come
funziona.

Sky Glass in breve,
per chi ha fretta

  • Si tratta del primo TV a
    marchio Sky. Disponibile in cinque colori e tre tagli, 43″, 55″
    e 65″.
  • Il pannello è un QLED 4K di
    produzione TPVision compatibile HDR Dolby Vision.
  • Il sistema audio è Dolby
    Atmos e si basa su una generosa soundbar, posta nella parte bassa, più un
    woofer e altri tre altoparlanti, due sui lati e uno in alto.
  • È dotato di tuner digitale
    terrestre e tre ingressi HDMI, ma la stragrande maggioranza dei contenuti
    che riproduce sono in streaming.
  • Richiede quindi un
    collegamento in FTTC o FTTH, almeno 10 mbit/s per l’HD e almeno 25 mbit/s
    per il 4K.
  • L’elemento chiave è il
    software e la gestione unificata di tutti i metadati, che fa evolvere il
    concetto di smart TV verso la miglior unione tra lo “zapping” e
    lo streaming.
  • Sky Glass supporta e integra,
    oltre ai contenuti di Sky, quelli di praticamente tutte le piattaforme di
    streaming, gratuite e pay: Netflix, Prime Video, Disney+, Dazn, Apple TV+,
    Rai Play, Mediaset Inifinity, YouTube, Discovery+, Peacock, e così via.
  • Ovviamente per altri servizi
    pay non Sky è necessario avere un abbonamento a parte, più o meno
    sottoscritto nell’ambito del contratto con Sky stessa.
  • La navigazione dei contenuti
    avviene in maniera del tutto trasversale rispetto ai “canali”,
    ricercando per parola chiave o per argomento: Glass restituisce tutti i
    risultati integrati da tutte le fonti.
  • Ci sono ovviamente anche
    tutti i canali nazionali live (secondo la numerazione di Sky) con la
    funzione restart sempre attivata.
  • Sky Glass gestisce anche i
    comandi vocali con capacità di interagire sull’intero corpus dei metadati.
  • È possibile attivare anche il
    multiscreen e portare sugli altri TV di casa la stessa esperienza, grazie
    a un box esterno, Sky Stream, non vendibile separatamente.
  • Se qualche tempo dopo
    l’acquisto si volesse disdire Sky, Glass continua a funzionare come uno
    smart TV convenzionale, con tutte le app supportate, il digitale terrestre
    e gli ingressi HDMI ma perde il sistema di gestione integrata dei metadati
    e i menù evoluti di navigazione tra i contenuti.
  • Glass è disponibile sin da
    subito e potrà essere visto dal vivo e ordinato sin dai prossimi giorni in
    diversi negozi di elettronica in Italia oltre in molti Sky point. In ogni
    caso viene fatto l’ordine e il prodotto viene consegnato da Sky
    direttamente a casa.
  • I prezzi di listino sono di
    697 euro per il 43″, 995 euro per il 55″ e 1293 euro per il
    65″, salvo promozioni che potrebbero arrivare ed eventuali sconti per
    i clienti Extra.
  • L’acquisto può avvenire in
    unica soluzione o rateizzato in 24 o 48 mesi a tasso zero ed soggetto al
    fatto che si sia abbonati a Sky, con qualsiasi pacchetto.
  • Al lancio è già prevista una
    promozione che comprende il modello da 43″ e l’abbonamento a Sky TV e
    quello a Netflix (base) per un totale mensile di 29,90 euro per 48 mesi.



1663258935 828 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo
La location scelta da Sky per l’evento di lancio di Glass

Il primo TV di Sky in cui il software conta più dell’hardware

Sky Glass è il nuovo e primo TV di Sky, una sorta di integrazione a valle per quella che era fino a qualche tempo fa una pay TV pura e che invece oggi, anche sulla spinta dell’acquisizione da parte di Comcast, è diventata anche una telco e un aggregatore di contenuti.

1663258935 825 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Sky Glass è bastato su un’architettura LCD QLED e, in questa categoria, si pone nella parte alta del mercato: si tratta infatti di un TV 4K HDR compatibile con Dolby Vision (oltre che HDR10 e HLG)  e soprattutto dotato di un sistema audio molto interessante, certificato Dolby Atmos e dotato di una generosa soundbar stereo  integrata nella parte bassa e tre speaker sullo spessore del TV rispettivamente a sinistra, a destra e in alto, per gestire le codifiche audio spaziali a oggetti.

1663258935 292 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Le varianti sono 15: i tagli sono tre, 43, 55 e 65 pollici. Le finiture, in metallo e tessuto (quest’ultimo per quanto riguarda la copertura della soundbar), sono invece 5: bianco, nero, verde, blu e rosa.

1663258935 706 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

I telecomandi retroilluminati sono cromaticamente coordinati con il TV e funzionano sia in modalità IR che Bluetooth.

1663258935 463 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Il piedistallo è centrale, tipico dei TV di gamma più alta, e quindi è facilmente ambientabile anche su supporti stretti.

Il TV, inteso come hardware, è prodotto su specifiche Sky da TPVision e non è il centro di questa storia. La cosa che più conta, questa volta, è il software, il sistema operativo.

1663258935 321 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

L’estetica richiama per certi versi l’interfaccia di Sky Q, ma la sostanza è un po’ diversa. Se Q aveva aperto alle app di terze parti, Glass spinge il ruolo di aggregatore di Sky molto più avanti, trattando di fatto i contenuti Sky precisamente sullo stesso piano di quelli degli altri provider supportati.

1663258935 784 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo
1663258935 818 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Una compagine che, passo dopo passo, copre praticamente tutti i nomi che contano: YouTube, Netflix, Prime Video, Disney+, Apple TV+, Discovery+, eccetera. E, dopo i recenti annunci relativi all’accordo pluriennale tra Sky e RAI, anche RAI Play, Infinity+, La7 on demand e così via, con tanto di app di radiovisione e il recente Radioplayer, con tutti i canali radio nazionali in streaming.

1663258936 759 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo
1663258936 208 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Nei prossimi giorni, in capo a una settimana, si aggiungerà al roaster praticamente completo di app precaricate su Sky Glass anche la neonata Paramount+, che sarà disponibile anche su piattaforma Sky Q.

L’approccio da vero aggregatore di un meta-palinsesto

Certo, Sky resta una pay TV con una forte componente di produzione di contenuti. Ma nel progettare Glass non è partita dalla sua esperienza di emittente quando dall’analisi dello scenario evolutivo dei TV e delle difficoltà dell’utenza nell’interagirvi. La diretta (salvo per le partite di calcio e poco altro) batte in ritirata; la fruizione on demand in streaming è oramai entrata nelle abitudini degli spettatori grazie alla sua comodità rispetto agli orari rigidi del broadcasting tradizionale. Meno comodo però è il viaggio dell’utente tra questi contenuti: le diverse app sono “stanze” chiuse che non si parlano tra loro e gli utenti sono costretti, in cerca di qualcosa da vedere, a saltare dall’una all’altra, con quello che comporta in termini di tempo e impegno. Tanto che alcune volte, invece di cimentarsi nel vecchio zapping, si finisce per passare più tempo a cercare il contenuto da vedere che nella fruizione vera e propria.

1663258936 415 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Sky con Glass cerca di rivoluzionare queste regole e di definire una sorta di zapping 2.0, capace di attraversare trasversalmente tutti i silos dei vari content provider e di miscelare tra i loro tutti i contenuti per renderli disponibili all’utente nella maniera più naturale e comoda possibile, veramente a prescindere da quale sia l’emittente o il servizio che lo eroga.

1663258936 114 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

La colonna vertebrale di questo approccio è un sistema di metadati unificante e coerente che, volendo ben vedere, è il vero valore aggiunto di Sky Glass.

Contenuti davvero da tutte le fonti: fa una certa impressione vedere il logo Sky mescolato a quello degli altri servizi

Sky, che governa l’esperienza, potrebbe mettere gli altri in secondo piano. E invece dobbiamo dire che è sì molto presente, ma in maniera paritetica rispetto alle altre fonti. Tanto da portare Andrea Duilio, CEO di Sky, a portare a lanciare lo slogan “Trovi tutto, anche Sky”.

1663258936 104 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo
Andrea Duilio, Il CEO di Sky Italia, lancia Sky Glass con lo slogan un po’ spiazzante “Trovi tutto, anche Sky”

Nelle ricerche e nelle selezioni tematiche già pronte, fa una certa impressione vedere una sequenza di blocchettini ognuno con il suo logo differente: contenuti Sky si affiancano a quelli Rai, Mediaset, Netflix, Dazn, Prime Video, Disney eccetera.

1663258936 948 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Le ultime “zampate” di Sky che hanno portato sulla piattaforma Q, e ora su Glass, sia l’app di Dazn che quella di Rai Play, hanno fatto la differenza: ora la piattaforma è veramente “enciclopedica”. La differenza chiave rispetto a mille altre Smart TV ben supportate è però nella redazione locale, capace di intercettare davvero i gusti degli italiani e di accordare in maniera sensata tutti i metadati che non sempre sono perfetti quando vengono passati dalle emittenti o dalle società terze che gestiscono questi servizi a livello internazionale.

1663258936 107 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Il caso dei serial è assolutamente lampante: se un titolo è distribuito a scacchiera su più piattaforme o se è disponibile qua e là in lingue diverse, nella sua pagina è possibile trovare tutte le occorrenze, organizzate per stagione ed episodio, non in una lista incomprensibile, tutte con la miniatura e i titoli formattati allo stesso modo; addirittura si aggiungono spesso altri contenuti sulla serie in questione anche da YouTube, posti in una barra supplementare, a completamento delle puntate vere e proprie.

1663258936 418 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

È possibile anche inserire i titoli preferiti nelle cosiddette playlist: il sistema si incarica di listare e portare a galla tutte le nuove uscite o le nuove posizioni (che spesso cambiano) delle diverse stagioni e di tutte le puntate, cosicché l’appassionato non sia costretto a “pensare” dove andare a scovare le nuove uscite o le vecchie stagioni.

1663258936 86 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Ci sono anche i canali live sempre in streaming. E il restart sempre attivo.

Ma non c’è solo on demand: su Sky Glass è ovviamente possibile vedere tutti i canali live secondo il bouquet e la numerazione di Sky. Malgrado si tratti di streaming, lo zapping è rapidissimo e non si percepiscono ritardi particolari rispetto all’esperienza di cambio canale su un TV tradizionale. In pratica Glass si comporta, per quello che riguarda i canali dal vivo, come uno Sky Q fibra, per intenderci.

1663258936 560 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

C’è una completa EPG, generalista o segmentata per temi, che permette di navigare i palinsesti delle ore e dei giorni successivi in maniera ordinata.

1663258936 562 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Il sistema che consente anche la registrazione del programma: Sky Glass non ha storage a bordo quindi non è come Q che registra di fatto in locale, ma gestisce una sorta di registrazione virtuale in cloud, con il contenuto che resta disponibile per un mese prima di auto-cancellarsi.

1663258936 513 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Una funzione molto interessante, che non è disponibile neppure su Sky Q, è che tutti i canali principali hanno la funzione restart sempre attiva: in pratica, qualsiasi sia il canale e la trasmissione che si sta guardando, senza entrare in app particolari o far partire le legnose applicazioni HbbTV, si può far ripartire la trasmissione in corso dall’inizio, molto utile per esempio con i TG o con le fiction.

1663258936 980 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

L’operazione è resa ancora più facile e naturale dal fatto che la modalità è la stessa per ogni canale e non è necessario adattarsi ai tasti chiave scelti dalle varie emittenti. Il tutto senza uscire dal canale o entrare in app particolari, direttamente dall’interfaccia di Glass.

I comandi vocali: nasce l’invocazione “Ciao Sky”

Sky Glass è gestibile anche con l’interfaccia vocale: il telecomando dispone di un tasto per attivare un’interazione e del microfono per catturare un comando vocale chiaro.

1663258936 825 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Ma non è il solo modo per attivare questo tipo di interazione: il TV risponde anche all’invocazione vocale diretta “Ciao Sky”, che cattura attraverso una coppia di microfoni beamforming posti nel TV.

Sky ci ha rassicurato sulla totale privacy delle interazioni vocali con Glass, soprattutto per quello che riguarda i microfoni integrati nel TV. In ogni caso, per gli i diffidenti, è disponibile un tasto sul fianco che disattiva a livello hardware la cattura microfonica e lo stato di attesa di un eventuale comando da parte del TV.

1663258936 451 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Ma non è certo Glass il primo prodotto con comandi vocali: cosa ci sarebbe di straordinario, visto che oramai la maggior parte dei TV gestisce interazioni simili? La risposta è la stessa che emerge analizzando il sistema operativo: è l’integrazione e la curatela dei metadati che fa la differenza. Infatti i comandi vocali non servono solo per i cambi di canale, per ritoccare il volume e per aprire le app, ma anche e soprattutto per cercare contenuti specifici.

1663258936 271 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

È chiaro che se dietro comandi di questo tipo ci sono strutture dati zoppicanti o incomplete, i “falsi negativi” che ne derivano comportano una certa frustrazione dell’utente e il conseguente abbandono da parte dell’utente. Nel caso di Sky Glass – l’abbiamo potuto verificare personalmente nelle prime prove fatte a margine della conferenza stampa – i metadati sono a completa disposizione dei comandi vocali, permettendo ricerche e attivazioni decisamente valide. Insomma, niente di nuovo dal punto di vista tecnologico, ma finalmente una funzione che non è solo il classico test da negozio del tipo “che tempo fa a Milano domani”, ma qualcosa di utile.

C’è anche il digitale terrestre: è una delle app

Su Sky Glass – dicevamo prima – c’è il tuner digitale terrestre, ma non è più centrale come era nei TV tradizionali. C’è quasi a completamento dell’offerta, soprattutto per quanto riguarda le TV locali, altrimenti non visibili in streaming.

Non c’è invece il tuner satellitare e lo slot per la CAM, fattore rispetto al quale Glass è perdente rispetto agli altri TV in commercio, oramai quasi sempre dotati anche di compatibilità sat e, in molti casi, anche di certificazione tivusat.

1663258936 852 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Il digitale terrestre, anzi, è un’app a sua volta, e i canali DTT non compaiono nella lista primaria dei canali. Quindi Glass segna anche, per la prima volta, una vera inversione delle priorità: il TV funziona normalmente in streaming e, se proprio si vuole, ha anche la funzione digitale terrestre. Una visione nuova e coraggiosa ma probabilmente adeguata ai tempi e alle mutate abitudini degli spettatori, con buona pace della “prominence”, il concetto di prevalenza del digitale terrestre generalista sulle altre fonti che Confindustria Radio TV vorrebbe inserire come obbligo di legge per gli apparecchi televisivi. Qui siamo molto lontani da quei concetti.

Ci sono poi anche tre porte HDMI per eventuali console o sorgenti esterne: il sistema dispone anche di un’auto-discovery che assegna, se possibile, il nome automaticamente alla sorgente.

1663258936 715 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Dal punto di vista tecnico, il TV permette praticamente tutte le consuete regolazioni riguardanti la qualità di immagine e la configurazione audio. È anche possibile – volendo – fare la calibrazione manuale del TV operando sui controlli del punto di bianco e delle componenti cromatiche principali.

1663258936 436 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Il multiscreen e Sky Stream

Basta avere un minimo di competenza tecnica per far sorgere spontanea una domanda: visto che il vero fattore chiave di Sky Glass è il sistema operativo, perché non caricarlo anche sugli Sky Q, migliorando così ulteriormente l’esperienza di utilizzo a prescindere dal TV impiegato? La domanda è ovviamente pertinente e la risposta è da ricercare nella funzione di Glass per Sky, che non è certo quella entrare nel competitivo mercato dei TV ma quello di fidelizzare il cliente e legarlo a un’esperienza di utilizzo delle nuove modalità televisive (leggasi lo streaming in diretta e on demand) finalmente non complessa o penalizzante. Per ottenere questo obiettivo, Sky lega ancora meglio a sé il cliente con l’acquisto del TV: se non si vuole perdere l’esperienza di utilizzo, si resta abbonati, anche con il solo pacchetto base Sky TV. Il decoder – Sky Q per esempio – è invece in commodato gratuito e non è un fattore forte di retention.


Ma al di là delle scelte di marketing che potrebbero non fare piacere a tutti (pensiamo soprattutto a chi non è disposto a scendere dal proprio OLED), c’è una mezza soluzione per portare quest’esperienza certamente gratificante anche su altri schermi. Si chiama Sky Stream ed è di fatto un piccolo box che integra le medesime funzioni di Glass da collegare ad altri TV in casa.

1663258936 178 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Sgombriamo il campo dagli equivoci: non si può ordinare solo Sky Stream ma questo è secondario all’acquisto di un Glass, che quindi può essere “nudo” o “guarnito” da uno o più box Sky Stream per gli altri TV di casa. Non c’è un vero rapporto master-slave tra TV e box come nel caso degli Sky Q Platinum con i Mini, ma certamente il box, prima di funzionare, verifica la presenza sulla rete locale del TV con il quale è accoppiato, questo per prevenire altrimenti gli inevitabili “unbundling”. Sky Stream, che ovviamente non dispone di tuner digitale terrestre, ha un costo aggiuntivo una tantum e comporta poi il pagamento del ticket aggiuntivo Multivision, proprio come accade con i box Q Mini.

OK, ma che connessione a Internet serve?

Sky Glass è un TV destinato esclusivamente a chi ha una connessione in fibra ottica, sia FTTC che FTTH. Sky ha chiarito quant’è la banda richiesta: 10 mbit/s per i contenuti in HD, che diventano 25 per quelli in 4K. Ovviamente tutto dipende dalle condizioni della rete e, per i contenuti i terze parti, anche da quelli delle CDN del provider terzo. Per intenderci, eventuali classici disservizi da partita di calcio di cartello in esclusiva streaming restano anche su Sky Glass. Il TV dispone di porta di rete Ethernet e di Wi-Fi, ma il nostro consiglio è quello di appoggiarsi se possibile a un collegamento cablato: per questo TV la rete non è un “nice to have” ma è assolutamente vitale, sempre piena affidabilità ed evitare eventuali problemi dettati da connessioni Wi-Fi scadenti o ballerine.

Come si compra Sky Glass?

Nei prossimi giorni sarà possibile vedere Sky Glass dal vivo nei principali negozi di elettronica (sono stati citati MediaWorld e Unieuro) e i tutti gli Sky Center. L’ordine di acquisto poi può essere fatto direttamente in negozio o tramite i classici canali Sky e il TV non si porta a casa subito ma arriva, nella colorazione richiesta, a casa, spedito da Sky e installato dai tecnici della società, che sui questo fronte ha grande esperienza e struttura pronta con gli installatori impiegati in questi anni per i decoder. Il pagamento avviene in bolletta mensilmente, se si sceglie la rateizzazione a tasso zero, salvo l’anticipo richiesto che varia da modello a modello. Dovrebbe essere possibile anche ordinare un mix particolare di colori, ammesso che questo abbia senso, ovverosia il TV di un colore, la mascherina frontale dello speaker di un altro e il telecomando di un terzo.

1663258936 770 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

I prezzi e la disponibilità: listini allineati col mercato

Sky Glass, nei tre tagli, che potremmo definire Small, Medium e Large, stanno per arrivare e saranno disponibili a brevissimo. I prezzi di listino sono “strani”, nel senso che non sono i classici prezzi che finiscono “99” o “49” e sono negli ambiti normali di TV QLED con soundbar Dolby Atmos integrata. In particolare, il 43″ ha un prezzo di listino di 697 euro; il 55″ costa 995 euro; il 65″ 1293 euro.

Come dicevamo è possibile pagarli in unica soluzione o rateizzati con un anticipo (125 euro per il 43″ a salire per gli altri) e con il rimanente diviso matematicamente, quindi a tasso zero, in 24 o 48 mesi. Il tutto ovviamente a monte di eventuali (e prevedibili) promozioni. Al lancio ce n’è già una che prevede un bundle di abbonamento a Sky TV e a Netflix (account base), in unione con il Glass da 43″, il tutto a 29,90 euro al mese per 48 mesi.

1663258936 315 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo
Elia Mariani, Chef Consumer Office di Sky, mentre annuncia alla stampa i prezzi delle offerte e il posizionamento di Sky Glass

In pratica, il Glass alla fine dei quattro anni esce quasi gratis, o comunque con un peso che non si sente: insomma, il TV in cambio della fedeltà.

1663258936 341 Ecco Sky Glass il TV di Sky che rivoluziona lo

Sono poi attesi in futuro interessanti aggiornamenti, come la possibilità di vedere in contemporanea lo stesso programma tra amici a distanza; arriveranno servizi di video fitness con una tecnologia di body tracking. Il tutto con l’aiuto di una camera aggiuntiva con la quale fare videoconferenze o vedere gli amici in tempo reale. Ma di questo si saprà di più tra qualche mese.

Cosa succede a Glass se si disdice Sky?

E se invece si decide di non voler essere più fedeli e lasciare Sky? Che succede a Sky Glass? Dividiamo il tema in due. Dal punto di vista amministrativo la questione è semplice: se restano rate residue del TV si va avanti a pagare, mentre ovviamente si interrompe l’addebito della quota parte riferita al canone Sky; altrimenti, se il TV è già interamente pagato, ci si lascia senza strascichi. La questione chiave è che succede a Sky Glass, diventa un inutile pezzo di ferro? No, il TV continua a funzionare come tale, ovverosia con il digitale terrestre e con tutte le app caricate, ma perde la funzione più qualificante, quella che fa di Glass uno smart TV drasticamente diverso dagli altri, ovverosia tutti i menù di navigazione e scelta dei contenuti e l’accesso ai metadati, alle registrazioni e agli altri servizi Sky. Si perde quindi la lista canali in diretta in streaming secondo la numerazione Sky, si perde la possibilità di impartire comandi vocali, si perde la navigazione dell’EPG e delle segmentazioni per argomenti. Si torna in pratica a uno smart TV convenzionale, anzi forse qualcosina in meno, visto che manca il tuner satellitare e alcune integrazioni delle home page progettate dai produttori TV, forse non così complete come quella nativa di Glass, ma comunque meglio di niente.

We want to give thanks to the author of this post for this awesome web content

Ecco Sky Glass, il TV di Sky che rivoluziona lo zapping e mette lo streaming al centro. Tutto quello che c’è da sapere

Explore our social media profiles and other pages related to themhttps://prress.com/related-pages/