Guerra Ucraina, le notizie di oggi. La Russia accusa: «Giustiziati 10 nostri soldati» Usa: «Nessun colloquio con Mosca senza Kiev». Nord Stream, l’indagine: «Grave sabotaggio»

  • Aggiornamenti in evidenza


  • Mosca, 10 prigionieri russi uccisi dagli ucraini

  • Media ucraini: su Kiev missile nucleare senza testata atomica


Usa: «Nessun colloquio con Mosca senza coinvolgimento Kiev»

Gli Stati Uniti «non avranno discussioni con la Russia sulla pace in Ucraina senza che Kiev ne sia parte». Lo ha ribadito il portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale Usa, John Kirby, in un briefing virtuale con la stampa. «Non stiamo partecipando a discussioni sulla fine della guerra con la Russia», ha aggiunto, sottolineando che Washington «si affida a Zelensky». «Spetta a lui decidere quando».

Polonia nega ingresso alla delegazione russa per il summit dell’Ocse

La Polonia nega alla delegazione russa l’ingresso sul suo territorio per partecipare al summit dell’Osce. Lo riferiscono fonti ministeriali di Varsavia.

Kiev, quasi la metà del sistema elettrico fuori uso

Quasi la metà del sistema energetico ucraino è stato messo fuori uso dagli attacchi missilistici dei russi. Lo ha comunicato il ministro Denys Shmyhal durante un briefing con il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis. «Solo il 15 novembre, la Russia ha lanciato circa 100 missili contro le città ucraine. Quasi la metà del nostro sistema energetico è stato disabilitato», ha detto Shmyhal, secondo quanto riporta Unian.

Mosca, 10 prigionieri russi uccisi dagli ucraini

Oltre 10 soldati russi fatti prigionieri sono stati uccisi dagli ucraini con colpi d’arma da fuoco alla testa, secondo quanto afferma il ministero della Difesa di Mosca, citato dall’agenzia Ria Novosti.

«L’uccisione metodica di oltre 10 soldati russi immobilizzati da parte dei degenerati delle forze armate ucraine con colpi diretti alla testa non può essere presentata come una “tragica eccezione”», afferma il ministero in un comunicato. Secondo il ministero, «la prova del nuovo video pubblicato del massacro perpetrato da soldati ucraini ai danni di prigionieri di guerra russi disarmati conferma la natura selvaggia dell’attuale regime di Kiev guidato da Zelensky e di coloro che lo proteggono e sostengono». «Zelensky e i suoi complici saranno tenuti responsabili dalla Corte della Storia, dei popoli della Russia e dell’Ucraina per ogni prigioniero di guerra torturato e ucciso», conclude la nota.

Media ucraini: su Kiev missile nucleare senza testata atomica

Uno dei missili lanciati ieri su Kiev e abbattuto dalla contraerea ucraina era un missile da crociera X-55, che può portare testate nucleari ma che stavolta ne era privo: lo scrive il portale di notizie militari open source Defense Express. La notizia è stata rilanciata dai media ucraini. Gli esperti ritengono che le scorte di missili da crociera convenzionali in Russia si stiano esaurendo a un livello critico per il Cremlino. Questo sarebbe il motivo per cui Mosca ha cominciato a utilizzare il missile X-55 dall’arsenale nucleare dotandoli tuttavia di testata convenzionale, sottolinea la pubblicazione.

Kiev: esperti ucraina su luogo missile Polonia

Gli esperti ucraini stanno già lavorando sul luogo della tragedia di Przewodw in Polonia dove un missile ha ucciso due persone. Sono grato alla parte polacca per aver concesso l’accesso. Continueremo la nostra cooperazione in modo aperto e costruttivo, come fanno gli amici più stretti», ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

 

Famiglia ucraina con due bambini uccisa a colpi di pistola a Zaporizhzhia

Secondo la polizia ucraina, la scorsa notte l’esercito russo ha ucciso a colpi di pistola una famiglia con due bambini nella regione di Zaporizhzhia. Le forze dell’ordine hanno diffuso i nomi delle quattro vittime colpite nel villaggio di Kamysh-Zarya, nel distretto di Pology. Secondo le forze dell’ordine ucraine ora la strada, via Poshtovaya, in cui è avvenuto l’omicidio è circondata da personale militare della Federazione Russa. Le informazioni della polizia sono state confermate dai servizi di intelligence di Kiev.

Ucraina annuncia ripristino linea ferroviaria Kiev-Kherson

L’Ucraina ha annunciato di aver ripristinato la linea ferroviara tra la capitale Kiev e Kherson, una settimana dopo il ritiro delle truppe russe dalla città. «Il primo tragitto avrà luogo oggi dalla capitale e arriverà domani a Kherson», ha detto un responsabile locale, Serguii Khlan, precisando che «circa 200 passeggeri viaggeranno a bordo del treno».

Cremlino: «Stabilire che vi sia dietro alle esplosioni Nord Strem»

È «molto importante stabilire che vi sia dietro alle esplosioni». Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov commentando i risultati dell’inchiesta svedese che ha confermato la tesi del sabotaggio contro i gasdotti Nord Stream.

Erdogan ringrazia Putin: «Atteggiamento costruttivo su grano»

l presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha ringraziato l’omologo russo Vladimir Putin per il suo «atteggiamento costruttivo» riguardo al prolungamento dell’accordo per l’esportazione di grano dai porti ucraini, che ieri è stato esteso per altri 120 giorni. Lo rende noto Anadolu.

Medvedev: «Congresso Usa sospenderà sostegno a Ucraina»

Con il rafforzamento dei Repubblicani dopo le elezioni di Midterm il Congresso Usa a lungo andare «sospenderà il sostegno senza riserve al regime nazionalista dell’Ucraina», perché «l’America ha sempre abbandonato i suoi amici». Lo ha detto l’ex presidente russo Dmitry Medvedev citato dall’agenzia Tass. L’atteggiamento tra i cittadini americani comuni «comincerà ad indirizzarsi verso la realtà», ha aggiunto Medvedev, e ciò «continuerà a crescere fino a che il Congresso sospenderà» appunto il suo sostegno a Kiev.

 

 

Kiev avverte i cittadini: fate scorta di acqua e cibo

L’amministrazione comunale di Kiev ha consigliato ai cittadini della capitale di fare scorte di acqua e cibo in previsione di ulteriori attacchi dell’esercito russo. Le autorità cittadine hanno anche avvertito di prepararsi a lunghe interruzioni della corrente elettrica. Lo riporta Unian.

Russia mette in atto misure di fortificazione in Crimea

Opere di «fortificazione» sono in corso per difendere la Crimea, secondo quanto reso noto dal capo della Repubblica russa, Serghei Aksyonov, citato dall’agenzia Interfax. «Le misure prese oggi dalle forze armate russe e dalle forze dell’ordine su istruzione del presidente sono sufficienti per fare sentire al sicuro i cittadini», ha aggiunto Aksyonov, sottolineando allo stesso tempo che le misure si sicurezza dovrebbero essere applicate «prima di tutto e soprattutto nella regione di Kherson». In Crimea è in vigore da aprile un ‘allarme giallò per il pericolo di attacchi terroristici.

Nord Strem, Svezia: fu grave sabotaggio, trovate tracce di esplosivi

«Il gasdotto Nord Stream è stato colpito da un grave sabotaggio, sono stati trovate tracce di esplosivi su diversi oggetti estranei rinvenuti»: è la conclusione del procuratore svedese Mats Ljungqvist, titolare dell’indagine sulle esplosioni ai gasdotti Nord Stream 1 e 2 del 26 settembre scorso. Lo riportano i media svedesi.

Kiev: guerra può finire prima di liberazione territori

Il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha affermato in un briefing con i giornalisti che la guerra potrebbe finire prima che l’Ucraina liberi tutti i territori con mezzi militari. Podolyak ha commentato così la dichiarazione del capo di stato maggior americano Mark Milley secondo cui è molto bassa la probabilità di liberazione militare di tutti i territori occupati dai russi, compresa la Crimea.

Mosca: speriamo scambio detenuto Usa per Viktor Bout

Le possibilità di scambiare Viktor Bout, che sta scontando una pena in un carcere statunitense con l’accusa di traffico d’armi, con un cittadino statunitense esistono ancora, ha dichiarato oggi il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov. «Voglio sperare che questa prospettiva non solo rimanga possibile, ma che si stia rafforzando e che arrivi il momento in cui questa prospettiva si trasformerà in un accordo concreto», ha detto. Lo riporta la Tass. Bout, noto come il ‘mercante di mortè, è un cittadino russo condannato da un tribunale Usa a 25 anni di carcere per aver tentato di vendere armi alle Farc colombiane.

Il rapporto: 433 bambini ucraini uccisi da inizio guerra

Dall’inizio dell’invasione russa, il 24 febbraio, 433 bambini ucraini hanno perso la vita e più di 837 sono rimasti feriti a causa dei bombardamenti russi. Lo rende noto l’ Ufficio del Procuratore Generale di Kiev, come riporta Ukrinform.

Aiea chiede a Russi ritiro da centrale Zaporizhzhia

Il consiglio dei governatori dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) chiede alla Russia di ritirare i suoi militari e altro personale russo dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia, abbandonare le sue «pretese infondate» sulla proprietà dell’impianto e cessare qualsiasi attività negli impianti nucleari ucraini.

Intelligence Gb: sul Dnipro russi si preparano a nuovi sfondamenti ucraini

Dopo il ritiro delle sue forze a ovest del fiume Dnipro, le forze russe continuano a dare priorità al riallestimento, alla riorganizzazione e alla preparazione delle difese nella maggior parte dei settori in Ucraina: gli spostamenti suggeriscono che gli strateghi russi si stanno preparando in caso di ulteriori importanti sfondamenti ucraini. Lo scrive su Twitter l’intelligence del ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione in Ucraina. Le unità hanno costruito nuovi sistemi di trincee vicino al confine con la Crimea e vicino al fiume Siversky-Donets tra gli Oblast di Donetsk e Lugansk. Alcune di queste posizioni si trovano fino a 60 km dietro l’attuale linea del fronte. È probabile che la Russia tenti alla fine di ridispiegare alcune delle forze recuperate da Kherson per rafforzare ed espandere le sue operazioni offensive vicino alla città di Bakhmut, nell’Oblast’ di Donetsk.

 

Papa Francesco: «Pace possibile, pronti a mediare»

La pace in Ucraina «è possibile. Però bisogna che tutti si impegnino per smilitarizzare i cuori. Dobbiamo essere tutti pacifisti. Volere la pace, non solo una tregua che magari serva solo per riarmarsi», Lo dice papa Francesco in un’intervista alla Stampa alla vigilia della sua visita ad Asti. Il Pontefice conferma poi la disponibilità del Vaticano a «fare tutto il possibile per mediare e porre fine al conflitto in Ucraina».

 

Zelensky: «10 milioni di ucraini senza corrente»

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che 10 milioni di ucraini sono senza energia elettrica dopo una nuova ondata di attacchi missilistici da parte della Russia che ha causato la morte di almeno sette persone. »Stiamo facendo di tutto per normalizzare la fornitura elettrica«, ha detto Zelensky nel suo discorso serale. »La difesa aerea ucraina è riuscita ad abbattere sei missili da crociera e cinque droni«, ha aggiunto.

Usa, repubblicani trumpiani: battaglia sugli aiuti a Kiev

I repubblicani della Camera di estrema destra, guidati dalla paladina dei trumpiani e del movimento Maga Marjorie Taylor Greene, hanno promesso di dare battaglia ai finanziamenti all’Ucraina. Lo riporta la Cnn. In una conferenza la repubblicana ha detto di aver chiesto il voto alla Camera per una risoluzione che imponga all’amministrazione Biden di fornire tutti i documenti relativi all’assistenza alla sicurezza inviata in questi mesi alle forze di Kiev. I repubblicani estremisti hanno anche citato il neo leader della Camera Kevin McCarthy che qualche settimana fa aveva minacciato di fornire più «assegni in bianco» all’Ucraina. Anche se poi aveva aggiustando il tiro chiarendo che di voler solo garantire una maggiore supervisione sugli aiuti. L’Ucraina è ora il 51esimo stato degli Stati Unitia e che posizione ha Zelensky nel nostro governo?«, ha detto provocatoriamente Greene nella conferenza stampa.

 

Senza tregua. I russi continuano a bombardare le cittadine ucraine, senza risparmiare obiettivi civili. Prendono di mira le infrastrutture energetiche, provocando così l’interruzione della corrente elettrica e del funzionamento degli impianti di riscaldamento. A Kiev ieri è caduta la prima neve. Le autorità avvertono che la prossima settimana sarà particolarmente difficile: le temperature scenderanno a meno 10 gradi. I missili russi hanno lasciato le case al buio. Zelensky: oltre 10 milioni di ucraini sono senza corrente. Bombardamenti anche a Odessa e a Dnipro (14 persone ferite, 23 edifici danneggiati). L’obiettivo del Cremlino, dichiarato, è costringere Zelensky a trattare, ma alle condizioni russe perché anche ieri è stato ribadito che non c’è disponibilità a rinunciare ai territori annessi. Come a Kherson, ripresa dagli ucraini, dove sono state trovate le sale delle torture usate dai russi durante l’occupazione. Mosca sta facendo pressioni sulla Casa Bianca perché convinca Kiev: «Washington è in grado di esercitare influenza sugli ucraini, rendendoli più flessibili», ha detto Peskov, portavoce del Cremlino, aggiungendo però che si possono raggiungere gli obiettivi previsti con l’«operazione speciale» anche al tavolo della trattativa.



We would like to thank the author of this short article for this remarkable content

Guerra Ucraina, le notizie di oggi. La Russia accusa: «Giustiziati 10 nostri soldati» Usa: «Nessun colloquio con Mosca senza Kiev». Nord Stream, l’indagine: «Grave sabotaggio»

Take a look at our social media accounts along with other pages related to themhttps://prress.com/related-pages/