I mercenari di Wagner: preso il controllo di Soledar, accerchiati i soldati ucraini | Ucraina Russia, ultime notizie sulla guerra

di Marta Serafini, inviata a Kiev, e Redazione Online

Le notizie sulla guerra di mercoled 11 gennaio, in diretta. Si combatte a Soledar, nella regione di Donetsk. Mosca: Abbiamo bloccato la citt da Nord a Sud

• La guerra in Ucraina arrivata al 322esimo giorno.
• Solo oggi, Soledar stata colpita da 86 attacchi russi, denuncia Kiev. Zelensky: Soledar coperta di cadaveri dei russi.
• Il generale Alexander Lapin nominato capo di Stato Maggiore delle forze terrestri russe. Sostituirebbe Oleg Salyukov.
• I soldati ucraini inizieranno l’addestramento sui Patriot negli Stati Uniti la prossima settimana.
• Intesa su nuova cooperazione Ue-Nato: pi aiuti a Kiev
.

Ore 18:21 – Kiev, il sondaggio di New Europe Center: 69% degli ucraini contrario ai negoziati

Il 69% degli ucraini respinge l’idea di un negoziato di pace con la Russia in cambio di un ritiro dai territori occupati e dell’impegno di Kiev di non aderire alla Nato: quanto risulta da un sondaggio del think tank ucraino New Europe Center. L’83% degli intervistati dichiara invece di aver fiducia nell’Unione Europea, il 76% nella Nato e il 71% nel G7; per quanto riguarda i leader stranieri, il meglio considerato il presidente polacco Andrzej Duda (86,8%), seguito da quello statunitense Joe Biden (79,4%) e dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen (73%)

Ore 18:11 – Duda: Polonia invier carri armati Leopard in Ucraina

Il presidente polacco Andrzej Duda nel corso di una sua visita a Leopoli ha annunciato l’invio di carri armati Leopard. Come chiesto da Kiev, riteniamo giusto continuare a sostenere militarmente l’Ucraina, perci, in base all’accordo della coalizione internazionale invieremo un altro gruppo di mezzi militari. Queste parole dopo l’incontro con gli omologhi di Ucraina e Lituania.

Ore 18:03 – Zelensky: la Nato dovrebbe accelerare l’adesione dell’Ucraina

Zelensky ritiene opportuno che la Nato avvii un meccanismo per accelerare l’integrazione dell’Ucraina nell’Alleanza Atlantica. Ci stiamo preparando a nuovi passi che uniranno sempre pi l’esperienza della difesa ucraina, la nostra forza, e la forza dell’intera comunit euro-atlantica. La decisione degli Stati membri della Nato di avviare un meccanismo per accelerare l’integrazione dell’Ucraina sarebbe molto efficace e coerente con la realt e il nostro potenziale di difesa, come avvenuto con Svezia e Finlandia, ha dichiarato Zelensky durante una conferenza stampa dopo il secondo vertice del Triangolo di Lublino a Leopoli, citato da Ukrinform.

Ore 17:12 – Gerasimov nominato comandante forze russe operazione speciale

Mosca ha deciso di affidare la conduzione delle operazioni delle forze congiunte in Ucraina direttamente al capo di Stato maggiore Valery Gerasimov a causa della espansione delle dimensioni dei compiti e alla necessit di una maggiore efficienza. Lo fa sapere il ministero della Difesa, citato dall’agenzia Interfax. I vice di Gerasimov saranno, per le forze aerospaziali, il generale Serghei Surovikin, finora comandante delle operazioni, e per l’esercito Oleg Salyukov. Il terzo vice di Gerasimov sar Alexey Kim.

Ore 16:34 – Gb apre a possibile di fornitura di carri armati

Il governo britannico sta predisponendo piani per una possibile fornitura di tank all’Ucraina per la guerra contro la Russia. Lo ha confermato una portavoce di Downing Street pur precisando che al momento una decisione finale non stata presa. La portavoce ha detto che il premier Rishi Sunak ha incaricato il ministro della Difesa, Ben Wallace, di coordinarsi con gli alleati su piani di ulteriori forniture belliche a Kiev, incluso il trasferimento di carri armati che le autorit ucraine invocano da mesi. Laddove si trattasse di cingolati Challanger 2, Londra diventerebbe il primo Paese Nato a inviare tank pesanti.

Ore 15:29 – Niente presidenza russa per il Premio Andersen, Arkhipova si dimessa

L’Ibby ha colto l’occasione per ricordare che Anastasia Arkhipova stata democraticamente eletta presidente della giuria per il premio che verr assegnato nel 2024 nel corso della 38esima assemblea generale al suo congresso biennale nel settembre 2022 in Malesia, alla presenza dei 42 rappresentanti delle sezioni nazionali Ibby. Non stata espressa alcuna opposizione alla sua nomina o elezione. Si tratta di un riferimento alla rivolta di diverse sezioni nazionali Ibby per le presunte attivit filo-Putin di Anastasia Arkhipova. Pochi giorni fa sono state segnalate critiche da parte dei comitati nazionali svedese, finlandese, norvegese, belga, estone, lituano e lettone, mentre i comitati danese e svedese hanno ritirato le loro candidature per l’assegnazione del riconoscimento per protesta. La regina di Danimarca Margherita II ha ritirato il patrocinio al premio la scorsa settimana.

Ore 15:07 – Stoltenberg sente Kiev, inviare sistemi avanzati pi in fretta

Buon colloquio con il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba sul supporto vitale che gli alleati Nato stanno fornendo all’Ucraina nella loro coraggiosa lotta contro l’invasione russa. Il tempismo fondamentale. Dobbiamo fornire attrezzature pi avanzate pi velocemente. Cos il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, su Twitter.

Ore 14:50 – Kiev: Soledar-Bakhmut battaglia pi sanguinosa della guerra

La lotta per il controllo di Soledar e Bakhmut nell’Ucraina orientale la pi sanguinosa battaglia per le forze russe e ucraine dall’inizio dell’invasione nel febbraio 2022. Lo ha affermato Mykhailo Podoliak, consigliere della presidenza ucraina, in un’intervista all’Afp. Qualunque cosa stia accadendo oggi in direzione di Bakhmut o Soledar, lo scenario pi sanguinoso di questa guerra, ha detto il funzionario. Molto sangue, molti duelli di artiglieria, molti combattimenti di contatto, soprattutto a Soledar oggi, ha riassunto Podoliak, osservando che attualmente il punto pi caldo della guerra.

Ore 14:38 – Kiev risponde ai russi: Gli invasori non sfondano a Soredar

Le truppe russe hanno cercato di sfondare le linee difensive ucraine per conquistare totalmente la citt di Soledar, ma il tentativo non andato a buon fine. Lo ha scritto su Telegram la vice ministra della Difesa ucraina, Ganna Maliar, sottolineando che nella citt del Donbass citt sono ancora in corso violenti combattimenti.

Ore 14:33 – Ministro Kuleba: Visita Baerbock per noi molto importante

La citt viva, la gente sta ricostruendo tutto. Anche questo eroico, ha dichiarato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba su Kharkiv, citt coinvolta in molti attacchi dell’esercito russo negli ultimi giorni. Kharkiv anche una regione in cui si sono verificate terribili atrocit russe. Dovremmo ricordarlo quando faremo le valutazioni per come ritenere la Russia responsabile di questi crimini. Per questo la visita della ministra tedesca Annalena Baerbock e il sostegno della Germania stata per noi molto importante, dal punto di vista simbolico e pratico, ha aggiunto.

Ore 14:29 – Kiev fiduciosa: Con i missili a lungo raggio vinceremo entro la fine del 2023

L’Ucraina pu vincere la guerra quest’anno con i missili a lungo raggio dall’Occidente. Lo ha dichiarato la presidenza ucraina, assicurando che Kiev non attaccher il territorio russo se l’Occidente gli fornir questo tipo di armi.

Ore 14:14 – Mosca: Soledar bloccata, si combatte in citt

Unit delle forze militari russe hanno bloccato la citt di Soledar, nella regione di Donetsk, ora impegnate in scontri con le truppe ucraine. Lo ha riferito il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov. Le forze russe stanno attaccando le roccaforti nemiche, cos sull’agenzia Tass.

Ore 14:01 – Governo, pronto materiale per emergenza elettrica Ucraina

Si riunito stamane a Palazzo Chigi il gruppo di lavoro emergenza elettrica Ucraina, voluto dal Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, operativo gi da inizio dicembre. Lo comunica Palazzo Chigi. Nella riunione odierna stata definita la lista delle disponibilit di materiali e attrezzature da parte dei principali operatori del settore elettrico e sulle modalit logistiche per il successivo imminente invio. Si tratter di uno sforzo di grande impatto considerato che la donazione da parte del governo italiano di tale materiale potrebbe contribuire a garantire l’alimentazione elettrica di una comunit di circa 3 milioni persone.

Ore 13:38 – Putin: risolveremo problemi forniture a forze in Ucraina

La Russia rafforzer le sue capacit difensive e risolver tutti i problemi relativi alle forniture alle forze armate impegnate nell’operazione militare speciale in Ucraina. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin citato dall’agenzia Ria Novosti. Allo stesso tempo – ha aggiunto – continueremo a realizzare programmi e piani di vasta scala in campo socio-economico.

Ore 13:22 – Zelensky: preparati a difendere confine con Bielorussia

L’Ucraina deve essere pronta a reagire al confine con la Bielorussia: Kiev infatti teme che la Russia potrebbe tentare di utilizzare la Bielorussia per il lancio di una nuova invasione di terra dell’Ucraina da nord. Zelenskyj ne ha parlato dopo aver preso parte a una riunione di coordinamento sulle questioni di sicurezza nella regione di Lviv. Abbiamo discusso della protezione del confine di stato, della situazione al confine con la Repubblica di Bielorussia, e delle misure controffensive in questi territori, ha affermato. Sappiamo che dobbiamo essere pronti sia al confine che nelle regioni.

Ore 12:59 – Von der Leyen propone riunione Commissione Ue a Kiev

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha proposto una riunione tra collegio e governo a Kiev all’inizio di febbraio. Lo riferisce Politico, citando un funzionario Ue. Von der Leyen ha annunciato il piano ai suoi colleghi nella riunione del Collegio dei commissari di oggi. Il funzionario ha affermato che il piano iniziale prevedeva che circa da 10 a 15 commissari che lavorano su file relativi all’Ucraina che vanno dal commercio alle politiche digitali incontrassero le loro controparti a Kiev, tra cui figura il commissario italiano Paolo Gentiloni. L’obiettivo approfondire ulteriormente i rapporti e mostrare solidariet. un riconoscimento dei progressi che l’Ucraina sta facendo nel suo cammino verso l’Europa, ha detto il funzionario. Von der Leyen ha sottolineato che questo esercizio sarebbe ovviamente volontario per i membri del collegio.

Ore 12:50 – Kiev: bombe russe sull’ospedale pediatrico di Kherson

Le forze russe hanno colpito ieri sera un ospedale pediatrico di Kherson, nel sud dell’Ucraina, danneggiando un’unit di cura neonatale: lo ha reso noto su Telegram il capo dell’Amministrazione militare regionale, Yaroslav Yanushevych, riporta Ukrinform. Gli occupanti russi continuano a colpire l’ospedale clinico pediatrico regionale di Kherson. Ieri sera, i russi hanno attaccato di nuovo la struttura sanitaria, sparando contro l’unit in cui vengono fornite cure mediche ai neonati, ha scritto Yanushevych. L’edificio di sei piani stato danneggiato. Nuove esplosioni sono state udite a Kherson anche questa mattina.

Ore 12:49 – Guardian: i mercenari Wagner rappresentano il 25% dei combattenti russi

Impegnati nel Donbass dall’inizio della guerra, i mercenari della milizia Wagner fanno parlare di loro da settimane. Dal 17 maggio stanno portando avanti una feroce battaglia nella regione di Bakhmut. Questa mattina, il loro fondatore Evegny Prigozhin ha annunciato su Telegram di aver conquistato la vicina citt di Soledar. Annuncio smentito dall’esercito ucraino e dal Cremlino.

Da quando entrato in Ucraina, il gruppo Wagner ha lasciato spazio a dubbi sulla sua organizzazione ed efficacia. Tuttavia, il Guardian ha affermato questa mattina, citando funzionari dell’intelligence occidentale, che la milizia rappresenta una parte significativa dell’esercito russo in termini di organico. In particolare, c’ la possibilit realistica che gli uomini di Wagner ora rappresentino il 25 per cento o pi dei combattenti russi, hanno sostenuto le fonti. A met dicembre, la Casa Bianca aveva gi stimato in 50mila uomini la forza lavoro di Wagner schierata in Ucraina: 10mila mercenari e 40mila reclutati dalle carceri russe. Malgrado il loro numero, l’avanzata degli uomini di Prigojine definita millimetrica. Uno dei funzionari occidentali che ha parlato al Guardian ha stimato ci vogliano a volte due settimane per prendere una sola casa.

Ore 12:38 – Zelensky a Leopoli onora la memoria dei soldati caduti

Il presidente Volodymyr Zelenskyi arrivato oggi nella citt occidentale di Leopoli, e ha iniziato la sua visita onorando la memoria dei soldati ucraini, come riportano i media ucraini. Ho iniziato la mia visita a Leopoli con la cosa pi importante: onorare la memoria dei soldati ucraini. Gloria a tutti coloro che hanno dato la vita per la nostra libert e l’indipendenza del nostro Stato. Gloria all’Ucraina, ha scritto Zelensky sotto il video che ha pubblicato su Telegram.

Ore 12:17 – Fonte a Tass, testato supersiluro russo Poseidon

Un sottomarino nucleare russo, il Belgorod, ha ultimato una serie di test del supersiluro Poseidon, secondo quanto afferma una fonte vicina al ministero della Difesa citata dall’agenzia Tass. Prove di lancio del supersiluro Poseidon sono state effettuate per valutare le performance del sottomarino a varie profondit, ha precisato la fonte. La Tass sottolinea di non avere informazioni ufficiali a conferma di questo. Lo scorso maggio il conduttore della tv russa Rossija1 Dmitry Kiselyov aveva illustrato agli spettatori le potenzialit del Poseidon, affermando che esso in grado di innescare uno tsunami radioattivo di 500 metri che potrebbe spazzare via il Regno Unito.

Ore 11:31 – Mosca: aviazione russa bombarda Soledar

L’aviazione russa sta colpendo le roccaforti nemiche a Soledar. Lo riferisce il ministero della Difesa russo, come riporta Ria Novosti. Le truppe aerotrasportate hanno circondato Soledar, bloccandola a nord e a sud. Il ministero ha aggiunto che le unit d’assalto stanno combattendo in citt.

Ore 11:20 – Dl Ucraina: ok Senato con 125 s e 28 no, passa alla Camera

Con 125 voti favorevoli, 28 contrari e 2 astensioni il decreto Ucraina stato approvato dal Senato. Il provvedimento, che proroga la cessione di materiali militari all’Ucraina fino al 31 dicembre 2023, passer alla Camera per l’ok definitivo. Come hanno specificato poi fonti del gruppo M5s, i senatori del Movimento hanno votato `no, come quelli di Verdi-Sinistra italiana che avevano annunciato la loro contrariet in Aula.

Ore 10:55 – Cremlino: non c’ prospettiva di colloqui di pace con Kiev

Non ci saranno colloqui di pace con Kiev finch il dialogo con la Russia rimarr vietato dalla legge ucraina: lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. Commentando una dichiarazione del ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, secondo cui la Russia disposta a tenere colloqui con l’Ucraina, Peskov ha detto che in una situazione in cui la legge ucraina vieta al presidente ucraino di contattarci o di impegnarsi in qualche modo con noi e l’Occidente ovviamente riluttante a concedere a Kiev una certa flessibilit, non possibile discutere di qualsiasi prospettiva (di dialogo) a questo punto. Lo riporta la Tass.

Ore 10:49 – Peskov: non affrettiamoci a dichiarare vittoria a Soledar

Non affrettiamoci. Aspettiamo dichiarazioni ufficiali. C’ una tendenza positiva in corso. Il successo delle operazioni militari sar raggiunto quando raggiungeranno gli obiettivi fissati dal Comandante in capo supremo durante un’operazione militare speciale. Cos il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha smorzato i toni sull’avanzata russa a Soledar, dove il leader del gruppo Wagner ha dichiarato che stato raggiunto il controllo totale.

Ore 10:28 – Incontro in Turchia russi-ucraini su corridoio umanitario

Incontro in Turchia tra i funzionari ucraini e russi per i diritti umani, Dmytro Lubinets e Tatyana Moskalkova. I colloqui si sono tenuti ieri e al momento in corso ad Ankara un altro incontro trilaterale dei difensori civici di Turchia, Russia e Ucraina. Ieri stata discussa un’ampia gamma di questioni umanitarie e dell’assistenza ai cittadini di entrambi i Paesi, ha dichiarato oggi Lubinets. Secondo Ria Novosti, la Turchia conta sull’apertura di un corridoio umanitario con la mediazione di Ankara per aiutare bambini, donne e feriti colpiti dalla crisi in Ucraina, ha detto il difensore civico turco Sheref Malkoch.

Ore 10:12 – Stoltenberg: vitale aumentare sostegno militare

I feroci combattimenti che si svolgono nell’Ucraina Orientale segnalano il coraggio delle forze armate ucraine che combattono per difendere la loro patria, ma anche quanto sia di importanza vitale aumentare il sostegno militare all’Ucraina. Lo sottolinea il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, prima di partecipare al seminario di inizio anno del collegio dei commissari europei, a Bruxelles.

Ore 09:52 – Turchia invia a Kiev bombe a grappolo della guerra fredda

La Turchia ha iniziato a inviare all’Ucraina una forma di bomba a grappolo progettata dagli Stati Uniti, arma potente e controversa dell’epoca della Guerra fredda per distruggere i carri armati russi: lo hanno dichiarato a Foreign Policy funzionari Usa ed europei. Le armi sono progettate per esplodere in submunizioni pi piccole, possono rimanere sul campo per anni se non esplodono subito. La legge vieta agli Usa di esportarle. Dopo che gli Usa hanno negato a Kiev l’accesso a queste munizioni, solo la Turchia poteva fornirle. Questo dimostra che Ankara un importante sostenitore militare dell’Ucraina, hanno spiegato le fonti.

Ore 09:32 – Kiev: non vero che Soledar sotto il controllo russo

L’esercito ucraino smentisce le affermazioni del capo dei mercenari della Wagner Yevgeny Prigozhin secondo cui la citt di Soleadr sarebbe sotto il controllo russo. I russi dicono che Soledar sotto il loro controllo, questo non vero, afferma il rappresentante del gruppo orientale delle forze armate dell’Ucraina Serhiy Cherevaty come riporta Ukrainska Pravda. Sembra che l’ubicazione di Prigozhin non sia vera, e non si trova nelle miniere di Soledar, aggiunge Kiev.

Ore 09:31 – Dl armi, oggi il voto in Senato

Oggi dalle 9.30 prosegue in Aula a Palazzo Madama la discussione del ddl n. 389, di conversione del d-l n. 185 sulla cessione di materiali militari all’Ucraina, avviata nella seduta di ieri con la relazione del presidente della Commissione Affari Esteri Stefania Craxi. Alle dichiarazioni di voto seguir la votazione finale, come stabilito dalla Conferenza dei Capigruppo.

Ore 09:30 – Negato accesso a 1.500 dipendenti in centrale nucleare Zaporizhzhia

Circa 1.500 dipendenti della centrale nucleare di Zaporizhzhia, che si sono rifiutati di ricevere passaporti russi e di firmare un accordo con Rosatom, l’azienda di Stato russa per l’energia nucleare, non possono entrare nella struttura, essendo stati negati loro i pass di accesso. Mosca sta cercando nuovi dipendenti in Russia da portare alla centrale nucleare. Secondo le forze armate ucraine, sono in corso di allestimento alloggi per futuri dipendenti grazie alla nazionalizzazione degli appartamenti dei residenti locali che se ne sono andati.

Ore 09:21 – Famoso attore ucraino ferito gravemente in battaglia a Soledar

Famoso attore e paracadutista ucraino ferito gravemente nella cruenta battaglia in corso a Soledar, nel Donetsk, come riporta Unian. Dmytro Linartovych stato colpito alla testa, ma nonostante le sue condizioni ha voluto dare un messaggio video al suo Paese: Non saremo mai spezzati. Stiamo vincendo. Gloria all’Ucraina, ha detto. Nella cittadina a 10 chilometri a nord di Bakhmut – al momento il principale obiettivo di Mosca – la battaglia infuria tra le truppe ucraine e i mercenari del gruppo Wagner di Yevgeny Prigozhin. Ieri sera lo stesso Prigozhin ha rivendicato la conquista di Soledar.

Ore 09:08 – Tajani: Italia pronta a inviare altre armi

Per l’Ucraina stiamo facendo tutto ci che possiamo. Siamo pronti a inviare altre armi per quanto possibile, prima di farlo ovviamente sar informato il Parlamento. Abbiamo inviato oltre 50 tonnellate di materiale elettrico per la ricostruzione della rete elettrica distrutta dagli attacchi russi. Stiamo discutendo con i francesi per le armi di difesa aerea. Anche ieri durante l’incontro tra il premier giapponese e Giorgia Meloni abbiamo ribadito l’intenzione di sostenere la totale indipendenza dell’Ucraina. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani intervistato da Radio Capital.

Ore 08:32 – Autorit russe di Donetsk: Mariinka quasi sotto nostro controllo

La citt di Mariinka, situata nella regione di Donetsk, quasi passata sotto controllo totale delle forze alleate della Russia. Lo ha dichiarato in un’intervista al canale YouTube Solovjev Live il governatore ad interim della repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin. L’insediamento quasi sotto il nostro controllo. Tuttavia, alla periferia della citt il nemico riuscito a consolidare la propria presenza nel settore residenziale, in alcuni edifici, ha detto Pushilin. Inoltre, secondo il governatore ad interim, attualmente sono migliorate le condizioni per la conquista di Bakhmut e Siversk. Questa ci aprirebbe la strada tanto attesa verso la testa di ponte di Kramatorsk e di Slovjansk, ha spiegato Pushilin, aggiungendo che questo sarebbe un punto di svolta.

Ore 07:40 – Zaporizhzhia, vietato l’accesso alla centrale a 1.500 dipendenti

Niente pass d’accesso alla centrale nucleare di Zaporizhzhia per oltre 1.500 dipendenti che si sono rifiutati di ricevere il passaporto russo e di firmare un accordo con Rosatom, l’Agenzia nucleare nazionale russa. quanto hanno deciso le autorit filorusse della regione, secondo il rapporto quotidiano dello Stato maggiore delle forze armate di Kiev. Mosca starebbe anche cercando nuovi dipendente in Russia da trasferire presso la centrale e sta preparando loro dei nuovi alloggi negli appartamenti degli abitanti ucraini fuggiti a causa della guerra.

Ore 06:52 – Zelensky in videocollegamento alla cerimonia dei Golden Globe

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, intervenuto tramite videocollegamento alla cerimonia di consegna dei premi cinematografici Golden Globe di Hollywood. Rivolgendosi a un uditorio di attori, imprenditori cinematografici e giornalisti, il presidente ucraino ha ribadito la propria fiducia nella vittoria militare del suo Paese contro la Russia, assicurando che non ci sara’ una terza guerra mondiale. Ricordando l’origine dei Golden Globe nel 1943, durante la Seconda guerra mondiale, Zelensky ha dichiarato che il conflitto in corso in Ucraina simboleggia la lotta per il diritto delle nuove generazioni a conoscere la guerra solo attraverso i film. La Prima guerra mondiale ha reclamato milioni di vite. La Seconda guerra mondiale ne ha reclamate a decine di milioni. Non ci sar una terza guerra mondiale. Questa non una trilogia, ha detto il presidente, promettendo che l’Ucraina fermer l’aggressione russa col sostegno del mondo libero. La guerra in Ucraina non finita, ma il vento sta cambiando, ed gi chiaro chi vincer. (…) Spero che tutti voi sarete con noi nel giorno vittorioso del nostro trionfo, ha affermato Zelensky.

Ore 05:13 – Zelensky revoca la cittadinanza a 4 ex politici filorussi

Il presidente Vladimir Zelensky ha revocato la cittadinanza ucraina a quattro tra politici ed ex politici legati alla Russia. Tra di loro c’ anche il deputato Viktor Volodymyrovych Medvedchuk, amico di Vladimir Putin e contrario all’adesione dell’Ucraina all’Ue. Sulla base dei materiali preparati dal Servizio di sicurezza dell’Ucraina e dal Servizio statale per la migrazione dell’Ucraina, e in conformit con la Costituzione del nostro Stato – ha detto ieri sera Zelensky nel suo consueto discorso di fine giornata -, ho deciso di sospendere la cittadinanza a quattro persone: Andriy Leonidovych Derkach, Taras Romanovych Kozak, Renat Raveliyovych Kuzmin e Viktor Volodymyrovych Medvedchuk. Se i deputati del popolo scelgono di servire non il popolo ucraino ma gli assassini che sono venuti in Ucraina, le nostre azioni saranno appropriate. E non sono le ultime decisioni del genere. I servizi stanno funzionando, ha aggiunto il presidente ucraino.

Ore 05:12 – Il Canada dona a Kiev un sistema antiaereo

Il Canada acquister dagli Usa un sistema di difesa anti-aereo per regalarlo all’Ucraina. L’annuncio stato fatto dopo un incontro bilaterale tra il presidente canadese Justin Trudeau e il presidente americano Joe Biden in Mexico.

Ore 04:55 – I russi bombardano Kharkiv poche ore dopo visita Baerbock

I russi hanno colpito Kharkiv in serata, poche ore dopo la visita della ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, alla citt ucraina devastata: lo scrive il governatore dell’oblast, Oleg Synegubov, su Telegram. Restate nei rifugi. Gli invasori stanno bombardando di nuovo!, scrive, rivolto ai concittadini, il governatore. Fonti giornalistiche sul posto affermano di aver udito diverse esplosioni.

Ore 04:54 – Esercito: possibile attacco a Kiev da Bielorussia

L’esercito ucraino si sta preparando a un possibile nuovo attacco delle truppe di terra russe dalla Bielorussia in direzione della capitale Kiev. A tal fine, le posizioni difensive nel nord del paese sono gi state preparate e rafforzate, ha detto il tenente generale Oleksiy Pavlyuk, responsabile della difesa di Kiev.

Proprio all’inizio della guerra di Russia, nel febbraio dello scorso anno, le forze ucraine hanno respinto un’avanzata delle truppe russe fuori dalla Bielorussia e dirette verso Kiev. Una colonna di carri armati e veicoli russi lunga molti chilometri stata decimata nelle fitte foreste a nord di Kiev e costretta a ritirarsi. La leadership ucraina teme un altro attacco dell’esercito russo, che da diverse settimane sta schierando unit lungo il confine con l’Ucraina in Bielorussia.

Ore 04:53 – Il Punto Militare, Vladimir Putin cambia i generali come fossero soldatini

(Andrea Marinelli e Guido Olimpio)

Il presidente russo lancia carriere e le distrugge usando come metro l’andamento dell’invasione in Ucraina. L’ultima nomina — non confermata e n smentita dal portavoce Dmitry Peskov — riguarda il generale Alexander Lapin, designato quale nuovo capo di Stato Maggiore delle forze terrestri. E la notizia doppia: perch l’ufficiale era stato sollevato dall’incarico di comandante del settore centrale a ottobre dopo il disastro di Kharkiv, dove gli ucraini avevo travolto le linee nemiche. Un rovescio che era diventato parte della faida tra i protagonisti dell’operazione speciale. Il capo della Wagner, Evgeny Prigozhin, e il dittatore ceceno Ramzan Khadirov avevano addossato ogni colpa su Lapin, definito un mediocre e incompetente per la cattiva gestione delle unit. Attacco accompagnato da racconti sul trattamento riservato ai soldati, su sbagli tattici, sullo spostamento del quartier generale a 150 chilometri dalla prima linea.

Leggi qui l’articolo completo

11 gennaio 2023 (modifica il 11 gennaio 2023 | 18:25)

We want to thank the author of this post for this outstanding web content

I mercenari di Wagner: preso il controllo di Soledar, accerchiati i soldati ucraini | Ucraina Russia, ultime notizie sulla guerra

Check out our social media accounts as well as other related pageshttps://prress.com/related-pages/