La cestista americana detenuta in Russia si dichiara colpevole: rischia fino a 10 anni di prigione

di Andrea Nicastro, Marta Serafini e Redazione Online

Le notizie di gioved 7 luglio, in diretta. Controffensiva dell’esercito di Kiev nella regione di Kherson e Zaporizhzhia. La presidente della Commissione Ue mette in guardia i Paesi della Ue su ulteriori interruzioni delle forniture energetiche: Prepariamoci

• La guerra al 134esimo giorno.
• La Procura ucraina indaga su 21mila crimini di guerra
• L’offensiva russa si concentra sul Donetsk, dove le autorit locali hanno lanciato l’allarme umanitario: Ci sono 350mila civili da evacuare subito

.
• Shaman, come opera il battaglione d’lite con cui gli ucraini conducono sabotaggi in territorio russo.
• A Kherson i filo-russi bloccano YouTube e Instagram.
• Putin ha detto al presidente indonesiano Widodo che parteciper al G20.
• Secondo Mosca il porto di Mariupol opera a pieno regime.
• Odessa, bombardati hangar con tonnellate di grano.

Ore 17:52 – Olanda, a Kiev aiuti militari per oltre 170 milioni di euro

Fino a oggi, l’Olanda ha consegnato all’Ucraina aiuti militari per un valore di oltre 172,7 milioni di euro. Lo ha annunciato la ministra della Difesa olandese, Kajsa Ollongren, in una lettera alla Camera dei rappresentanti, come riferisce il sito Nos. Ollongren ha assicurato che il governo olandese continuer a compiere sforzi per un ulteriore sostegno all’Ucraina.

La ministra delle Difesa ha aggiunto che dall’Olanda arriveranno altri tre obici corazzati, portando a otto il numero totale di artiglieria pesante fornito a Kiev. L’Olanda, insieme alla Germania, fornir poi l’addestramento necessario ai soldati ucraini per l’utilizzo degli obici. Ollongren ha anche spiegato che la fornitura di aiuti militari per ora ha ripercussioni accetabili sull’esercito olandese, ma ha aggiunto che sta diventando sempre pi difficile reintegrare le armi fornite a causa dell’aumento della domanda globale che si traduce in tempi di consegna pi lunghi e prezzi pi elevati.

Ore 17:45 – Mattarella: Gravi ricadute anche su Africa

L’invasione russa dell’Ucraina un’azione gravida di ricadute e non solo per l’Europa ma per tutto il continente africano. Lo ha detto Sergio Mattarella parlando all’Assemblea parlamentare di Lusaka. Parlando all’Unione Africana, il presidente Hichilema ha opportunamente ricordato che l’instabilit in qualche luogo instabilit ovunque. Le sue conseguenze sono infatti avvertite dall’intero pianeta e dal continente africano in particolare, dove il futuro di milioni di persone messo a rischio dalla crisi economica, dall’aumento dei prezzi energetici e dal blocco delle esportazioni di prodotti alimentari causati dall’invasione russa. Di fronte al rischio concreto del progressivo sfaldarsi dell’ordine politico ed economico internazionale costruito nel secondo dopoguerra a partire dalle Nazioni Unite, sono pi che mai convinto che Africa ed Europa abbiano un comune interesse nella difesa di un sistema multilaterale, basato su regole e istituzioni condivise.

Ore 17:36 – Consiglio comunale Mariupol: Abitanti senza medicine e acqua potabile

Da circa un mese, gli abitanti di Mariupol non ricevono alcun aiuto umanitario. manca l’acqua, i servizi comunali non sono astati ripristinati. Lo comunica il consiglio comunale di Mariupol sui suoi canali social. Mancano le medicine essenziali, anche quelle per la pressione – aggiunge la Mariupol Rada – e l’acqua che viene fornita ai cittadini utilizzabile solo per lavare ma non potabile. Assenti anche altri servizi essenziali. Manca la corrente – scrive il Consiglio comunale – e il cibo viene cucinato sul fuoco all’esterno.

Ore 16:55 – Johnson chiama Zelensky: Sei un eroe, grazie per la tua amicizia

Sei un eroe, tutti ti amano. Cos Boris Johnson ha concluso la telefonata con il Volodymyr Zelensky durante la quale ha ribadito che il Regno Unito continuer a fornire aiuto vitale all’Ucraina fino a quando sar necessario. quanto ha reso noto un portavoce di Downing Street, riferendo della telefonata che Johnson ha fatto dopo aver annunciato le sue dimissioni, nel corso della quale ha ringraziato il presidente ucraino per tutto a quello che sta facendo per la libert, per la sua amicizia e per la gentilezza del popolo ucraino. Il premier uscente ha poi assicurato che continuer a lavorare con i partner per cercare di mettere fine nelle prossime settimane al blocco del grano. Da parte sua il presidente Zelensky ha ringraziato il primo ministro per la sua azione decisiva in favore dell’Ucraina ed ha detto che il popolo ucraino grato per gli sforzi del Regno Unito.

Ore 16:44 – Kiev: A Kreminna russi sparano a filo-ucraini per strada

Tutti sanno che i russi perseguitano i residenti locali che hanno una posizione filo-ucraina, o coloro che semplicemente si rifiutano di collaborare con gli invasori. A Kreminna, il terrore ha raggiunto un livello tale che le persone vengono uccise a colpi di arma da fuoco per strada. Lo ha annunciato su Facebook il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Serhii Gaidai, come riporta Ukrinform. A questa situazione contribuiscono collaboratori locali, che indicano gli indirizzi esatti della popolazione ritenuta filo-Ucraina, ha sottolineato Gaidai.

Ore 16:31 – Zelensky: Boris Johnson vero amico di Kiev

Zelensky ha definito il primo ministro britannico Boris Johnson un vero amico dell’Ucraina, aggiungendo di essere fiducioso che la politica del Regno Unito nei confronti dell’Ucraina non cambier presto nonostante le dimissioni di Johnson, come riporta la Cnn.

Ore 16:21 – La first lady ucraina Olena Zelenska sulla copertina di Time

L’ultimo numero della rivista americana Time dedica la sua copertina alla first lady ucraina Olena Zelenska, moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. La foto di copertina in bianco e nero stata scattata da Alexander Chekmenev, che gi aveva immortalato Zelensky sempre per Time. Zelenska ha rilasciato un’intervista a Time, dove ha parlato della guerra In Ucraina e, in particolare, del suo impegno per fornire assistenza psicologica alla popolazione del Paese.

Ore 16:07 – La cestista americana detenuta in Russia si dichiara colpevole

La giocatrice di basket americana Brittney Griner, arrestata a febbraio in Russia, si dichiarata colpevole di traffico di droga. Desidero dichiararmi colpevole di tutte le accuse, ha detto alla corte, aggiungendo che non aveva intenzione di violare la legge russa. L’atleta era stata arrestata perch trovata in possesso di olio di cannabis nel suo bagaglio all’aeroporto di Mosca. Rischia fino a 10 anni di detenzione.

Ore 14:44 – Finlandia rafforza le barriere di confine con la Russia

Il Parlamento finlandese ha approvato oggi una legge che consente di costruire recinzioni pi resistenti al confine con la Russia. Temendo che Mosca possa usare i migranti per esercitare pressioni politiche, i nuovi emendamenti alla legge sulla guardia di frontiera facilitano la costruzione di recinzioni pi robuste sul confine orientale del Paese nordico con la Russia, lungo 1.300 chilometri. L’obiettivo della legge quello di migliorare la capacit operativa della guardia di frontiera nel rispondere alle minacce ibride, ha dichiarato Anne Ihanus, consigliere senior del ministero degli Interni. La guerra in Ucraina ha contribuito all’urgenza della questione, ha aggiunto. Attualmente, i confini finlandesi sono protetti principalmente da leggeri recinti di legno, pensati soprattutto per impedire al bestiame di vagare dalla parte sbagliata.

Ore 14:43 – Zelensky, grazie Johnson per sostegno in momenti difficili

Anche Zelensky ha ringraziato il premier britannico Boris Johnson per il suo sostegno all’Ucraina nei momenti pi difficili. Cos la presidenza ucraina.

Ore 14:23 – Podolyak ringrazia Johnson: In prima linea per l’Ucraina

Grazie Boris Johnson per esserti reso conto della minaccia del mostro russo e per essere sempre in prima linea nel supportare l’Ucraina. Cos su Twitter il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Mykhailo Podolyak, sottolineando che Johnson stato un leader, si assunto la responsabilit nei momenti pi difficili, ed stato il primo ad arrivare a Kiev, nonostante gli attacchi missilistici.

Ore 14:21 – Lavrov vede collega cinese Wang: Sanzioni inaccettabili

L’Ucraina stata al centro del colloquio di oggi fra i capi della diplomazia russa, Sergei Lavrov, e cinese, Wang Yi, a margine del G20 dei ministri degli Esteri a Bali. A quanto riferisce la Tass, Lavrov e Wang hanno convenuto che le sanzioni occidentali contro Mosca sono inaccettabili. Speciale attenzione stata dedicata alla situazione in e attorno l’Ucraina, ha informato la controparte cinese sulla realizzazione dei principali obiettivi dell’operazione speciale delle forze armate russe per proteggere i civili nel Donbass, demilitarizzare e denazificare l’Ucraina, riferisce l’agenzia stampa russa, citando un comunicato del ministero degli Esteri di Mosca. I due alti diplomatici hanno avuto uno scambio di vedute sulle attivit occidentali relative alla questione ucraina. Entrambe le parti hanno sottolineato che introdurre sanzioni unilaterali eludendo l’Onu inaccettabile – continua il comunicato -. I ministri hanno sottolineato che Russia e Cina continueranno a rafforzare le interazioni strategiche in una difficile situazione geopolitica, adottando le stesse o simili posizioni sulla vasta maggioranza delle questioni in discussione.

Ore 14:06 – Bce: guerra prolungata aumenta costi energia e cibo

Se la guerra in Ucraina dovesse intensificarsi, il sentiment economico potrebbe peggiorare, i vincoli dal lato dell’offerta potrebbero aumentare e i costi energetici e alimentari potrebbero rimanere costantemente pi alti del previsto. quanto si legge nelle minute della Bce.

Ore 14:04 – Onu: A causa guerra pi di 71 milioni di persone nel mondo in povert

Il forte aumento dei prezzi del cibo e dell’energia ha portato pi di 71 milioni di persone in povert in tutto il mondo dalla fine di febbraio, quando iniziata la guerra fra la Russia e l’Ucraina. Lo riferisce il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Undp). In un rapporto pubblicato oggi, l’Onu ha anche avvertito del pericolo di disordini sociali in alcune regioni a causa di sconvolgimenti economici. Secondo Achim Steiner, amministratore del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, l’analisi di 159 Paesi in via di sviluppo ha mostrato che i forti aumenti dei prezzi delle materie prime quest’anno hanno colpito parti dell’Africa subsahariana, i Balcani, l’Asia e altre regioni. Questa crisi del costo della vita sta precipitando milioni di persone nella povert e persino nella fame a una velocit vertiginosa, ha affermato Steiner. Allo stesso tempo, la minaccia di crescenti disordini sociali cresce ogni giorno. L’Ucraina un importante produttore ed esportatore di grano e le sue forniture alimentari sono fondamentali per molti paesi del Medio Oriente e dell’Africa. Ma i porti ucraini del Mar Nero sono stati bloccati dalle truppe russe, il che ha portato a un aumento dei prezzi dei generi alimentari. L’Ucraina e la Russia insieme rappresentano quasi un quarto delle esportazioni mondiali di grano e pi della met delle esportazioni di olio di girasole. Anche i prezzi dell’energia sono aumentati notevolmente a causa dell’incertezza dovuta alla guerra e del taglio della Russia alle esportazioni di petrolio e gas. Prima della guerra, la Russia era il pi grande esportatore mondiale di gas naturale e il secondo pi grande esportatore di petrolio greggio. Anche le sanzioni occidentali contro la Russia hanno aumentato la pressione inflazionistica.

Ore 13:43 – Johnson, Gb continuer a sostenere l’Ucraina

Boris Johnson si rivolto al popolo ucraino per assicurare che il Regno Unito continuer a sostenere l’Ucraina con forza anche dopo la sua uscita di scena. Il premier, nel discorso alla nazione, ha annunciato le dimissioni per ora da leader Tory: discorso dal tono assertivo e ottimista, nonostante tutto, pronunciato dinanzi a una piccola folla di ministri e funzionari tra i pi fedeli, e alla first lady Carrie con cagnolino in braccio, rivendicando fra i meriti della sua premiership il ruolo di prima fila svolto al fianco di Kiev dopo l’invasione della Russia.

Ore 13:11 – Sindaco Kramatorsk: Attacco aereo su centro citt, ci sono vittime

C’ stato un attacco aereo sul centro della citt, ci sono vittime. Sul posto stanno lavorando i soccorritori. Lo comunica il canale Kramatorsk Rada, citando le parole dei sindaco di Kramatorsk, Oleksandr Honckarenko.

Ore 12:48 – Via libera del Parlamento europeo a un prestito di 1 miliardo a Kiev

Il Parlamento europeo ha dato il via libera a un prestito macrofinanziario da 1 miliardo di euro per aiutare l’Ucraina a coprire le sue esigenze di finanziamento esterno che sono aumentate a causa della guerra. Il Parlamento ha approvato una proposta della Commissione per fornire a Kiev un prestito aggiuntivo a condizioni estremamente favorevoli, oltre a 1,2 miliardi di euro erogati gi a marzo e maggio 2022.

L’importo attuale la prima tranche dell’imminente assistenza macrofinanziaria eccezionale del valore di 9 miliardi di euro. Il prestito funge da rapido sostegno finanziario in una situazione di grave necessit di finanziamento e per garantire il funzionamento continuo delle funzioni pi critiche dello Stato ucraino, afferma la proposta. Sar erogato in un’unica rata subordinata al rispetto di vari criteri, tra cui una maggiore trasparenza e rendicontazione sul suo utilizzo. Il bilancio dell’Ue finanzier eccezionalmente i costi per interessi.

Ore 12:39 – Ue: Impediremo a Mosca di usare il G20 per disinformazione

Per l’Unione Europea il G20 resta un forum chiave per risolvere i problemi globali, il multilateralismo deve funzionare anche in tempi di crisi. La brutale guerra di Putin in Ucraina esclude la possibilit che il G20 operi come se nulla fosse, in modalit business as usual, poich la delegazione russa rischia di compromettere la reputazione del G20: noi senz’altro non permetteremo a Mosca di trasformare il G20 in una sua piattaforma di disinformazione. Lo ha detto un portavoce della Commissione Ue commentando la presenza del ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a Bali.

Ore 12:36 – Medvedev sarcastico: Vanno via migliori amici di Kiev…

Notizie da Londra. I “migliori amici dell’Ucraina” se ne vanno. La “Vittoria” in pericolo! Il primo andato…. il commento sarcastico su Telegram dell’ex presidente e attuale vice presidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitri Medvedev, alle previste dimissioni di Boris Johnson in Gran Bretagna, definendo la crisi il logico risultato dell’arroganza britannica e della politica mediocre. Soprattutto sulla scena internazionale. Il post termina con un P.S. Attendiamo notizie da Germania, Polonia e Stati baltici.

Ore 12:33 – A Mariupol civili costretti a sminare, 8 morti

Il consigliere del sindaco di Mariupol, Petro Andriushchenko, ha riferito che gli occupanti russi stanno usando i civili per sminare il territorio della citt e che nell’ultima settimana 8 civili sono saltati in aria mentre ripulivano le macerie in un impianto metallurgico. La notizia riportata dal Kyiv Independent.

Ore 12:30 – Kiev: I russi bruciano corpi per nascondere loro perdite

A Kherson i soldati russi stanno bruciando i corpi dei loro caduti per nascondere le perdite. Lo riferisce l’intelligence del ministero della Difesa ucraino su Telegram, secondo quanto riporta Ukrinform. Nella periferia della citt, pi di una volta sono stati notati luoghi con un gran numero di resti carbonizzati di persone. difficile identificare con precisione la loro appartenenza a causa dei notevoli danni provocati dalle fiamme, scrive l’intelligence ucraina, aggiungendo che per nascondere l’incendio deliberato dei corpi, i rappresentanti dell’esercito russo stanno cercando di farlo passare come la conseguenza dei colpi dell’artiglieria e dei successivi incendi.

Ore 11:40 – Bandiera ucraina su Isola Serpenti: Ricorda nave russa…

Una grande bandiera dell’Ucraina stata issata sull’isola dei Serpenti,
riconquistata nei giorni scorsi, con un messaggio scritto sopra: Ricorda, nave da guerra russa, l’isola dei Serpenti ucraina. Lo ha annunciato sui social il portavoce del capo dell’amministrazione militare regionale di Odessa
Sergiy Bratchuk postando le foto. Lo riporta Unian.

Ore 11:34 – Ucraina convoca ambasciatore Turchia dopo rilascio nave russa

Il ministero degli Esteri ucraino ha affermato che una nave russa che trasporta grano ucraino stata autorizzata a lasciare il porto turco di Karasu dove era stata bloccata su richiesta di Kiev, definendo la decisione di Ankara una situazione inaccettabile e convocando l’ambasciatore turco. Ci dispiace che la nave russa Zhibek Zholy, piena di grano ucraino rubato, sia stata autorizzata a lasciare il porto di Karasu nonostante le prove penali presentate alle autorit turche, ha scritto su Twitter il portavoce del ministero degli Esteri Oleg Nikolenko. L’ambasciatore turco a Kiev sar invitato al ministero degli Affari esteri ucraino per chiarire questa situazione inaccettabile, si aggiunge.

Ore 11:26 – Paramedico Mariupol: Torturata per tre mesi dai russi

Tre mesi di torture costanti dopo essere caduta prigioniera dei russi e dei separatisti a Mariupol il 16 marzo: Yulia Paievska, paramedico di 53 anni, conosciuta con il soprannome di Taira, ha raccontato il suo calvario nel centro di detenzione preventiva di Donetsk. Per cinque giorni non ho mangiato e praticamente non ho bevuto, riporta la Cnn. L’abuso, comprese le percosse, stato estremo e non si fermato per un minuto in questi tre mesi, ha detto Paievska a quasi tre settimane dal rilascio avvenuto durante uno scambio di prigionieri il 17 giugno. La donna ha riferito anche di una violenta pressione psicologica quotidiana: Ti viene costantemente detto che sei fascista, nazista, ha aggiunto, paragonando le condizioni a un gulag. Mi hanno detto che sarebbe stato meglio se fossi morta piuttosto che vedere cosa sarebbe accaduto dopo. Frustrati dal fatto che non ho concesso nessuna confessione davanti alla telecamera di presunti legami neonazisti – ha detto -, mi hanno gettato in isolamento, in una prigione senza materasso, su una cuccetta di metallo. In Ucraina Taira quasi una celebrit, aveva anche partecipato agli Invictus Games, i giochi sportivi per veterani patrocinati dal principe Harry. Dall’inizio dell’invasione russa, oltre alla sua attivit di paramedico, ha documentato con una telecamera quello che stava succedendo: bombe, esplosioni, feriti, vittime.

Ore 11:25 – Nave russa con grano lascia porto in Turchia

L’imbarcazione battente bandiera russa Zhibek Zholy, accusata di trasportare grano ucraino rubato, ha lasciato mercoled sera le acque di fronte al porto di Karasu in Turchia, localit situata a un centinaio di km a est di Istanbul. Lo rende noto Sabah. L’ambasciatore ucraino ad Ankara Vasyl Bodnar aveva annunciato domenica che le autorit turche avevano sequestrato la nave, accusata di avere lasciato il porto di Berdyansk, non lontano da Mariupol, carica di grano rubato dall’Ucraina. Fonti russe avevano invece riferito che la nave stava solo aspettando autorizzazioni per entrare in porto.

Ore 10:47 – Volodin: Se gli Usa continuano a congelare i beni di Mosca, chiederemo indietro l’Alaska

L’America deve ricordarsi dell’Alaska, ha dichiarato il Presidente della Duma di Stato russa, Vyacheslav Volodin in aula, nella seduta finale della Camera bassa del Parlamento, prima della pausa estiva, ripescando uno dei temi classici, e totalmente privi di basi reali, della retorica revanchista russa. Quando cercano di appropriarsi delle nostre risorse all’estero, inizino a pensarci due volte prima di agire, perch anche noi abbiamo qualcosa da riprenderci, ha affermato, ricordando la proposta del suo vice, Pyotr Tolstoy, per un referendum in Alaska per l’adesione alla Federazione russa. Non interferiamo nelle questioni interne degli Stati Uniti, ha aggiunto, trattenendo una risata, fra gli applausi dei deputati. La Russia ha venduto l’Alaska, dove i primi russi si erano insediati nel Seicento, aprendo spedizioni per il commercio delle pelli con la Siberia nella prima met del Settecento, agli Usa nel 1867 per 7,2 milioni di dollari, una cifra tanto bassa da innescare risentimento nei russi -e in un primo momento anche negli americani che mettevano in discussione la necessit di acquisire una ghiacciaia- per la decisione dello zar.

Ore 10:31 – Gb: ancora bombe sul Donetsk, ma pochi progressi russi

Pesanti bombardamenti sono continuati ieri lungo la linea del fronte nella regione di Donetsk (est), ma con pochi progressi da parte russa: a scriverlo l’intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Nel frattempo, sottolinea il rapporto pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, le unit russe protagoniste della conquista di Lysychansk la scorsa settimana si stanno probabilmente ricomponendo. L’intelligence commenta anche le recenti iniziative legislative del Parlamento russo per rendere disponibili risorse senza dichiarare una piena mobilitazione dell’economia, osservando che ci consente a Mosca di evitare di riconoscere che impegnata in una guerra o il suo fallimento nel sopraffare l’esercito ucraino.

Ore 10:29 – Missili russi distruggono hangar pieni di grano a Odessa

Missili da crociera russi hanno colpito e distrutto nella notte hangar agricoli con tonnellate di grano nella regione di Odessa. Lo riferisce il Comando Operativo Sud dell’Esercito ucraino, riportato da Ukrinform. Nelle prime ore del mattino, aerei della Federazione hanno attaccato l’isola dei Serpenti, liberata dalle forze ucraine nei giorni scorsi: L’isola stata centrata da due missili lanciati dall’aria. Il molo stato danneggiato in modo significativo, afferma Kiev.

Ore 10:29 – Zelensky: Distrutto da missile Istituto pedagogia dell’universit di Kharkiv

Distrutto da un missile russo l’Istituto di pedagogia dell’Universit di Kharkiv, ha denunciato Zelensky. Sono state colpite l’edificio principale, le aule, il museo e la biblioteca, ha spiegato. Questo caratterizza con totale accuratezza l’invasione russa. Questo attacco spiega perfettamente la barbarie, ha aggiunto.

Ore 09:44 – Kiev, 36.350 soldati russi uccisi dall’inizio della guerra

Sono circa 36.650 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione, secondo l’esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l’esercito ucraino indica che si registrano anche 217 caccia, 187 elicotteri e 667 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1,602 carri armati russi, 815 sistemi di artiglieria, 3,797 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 15 navi e 155 missili da crociera.

Ore 09:42 – Ex modella e cecchino brasiliana uccisa a Kharkiv

Uccisa durante i bombardamenti russi a Kharkiv l’ex modella brasiliana Thalita do Valle che combatteva con le truppe ucraine insieme con il fratello. La famiglia – riporta il Daily Mail – ha reso noto che la 39enne morta per asfissia dopo essere rimasta intrappolata in un bunker in fiamme per le esplosioni. Do Valle in precedenza aveva combattuto con le forze curde contro l’Isis in Iraq. Ci sono stati attacchi russi e il battaglione stato diviso. Thalita si rifugiata nel bunker, morta il 30 giugno per asfissia, non stata colpita da schegge, ha raccontato il fratello Theo Rodrigo Vieira, aggiungendo che la sorella mandava messaggi dal fronte praticamente ogni giorno, lavorava sia come soccorritrice che come tiratore scelto. Era anche responsabile di fornire copertura dalle forze russe che avanzavano. Do Valle da giovane aveva fatto la modella, prima di studiare legge. Poi aveva lavorato con associazioni di beneficenza, in seguito si era unita alle forze curde Peshmerga in Iraq dove era stata addestrata come tiratore scelto. Vieira ha raccontato che la sorella era arrivata in Ucraina tre settimane fa, prima di essere inviata nella citt di Kharkiv, che non pi sotto attacco diretto russo ma viene ancora frequentemente bombardata da oltre il confine.

Ore 07:53 – Kherson, il diario della ventenne Irina: Le file degli anziani in banca e le chat sotto controllo: vita nella citt occupata

(Marta Serafini, inviata a Mykolaiv) La mia Kherson sempre pi triste. Ma io non l’abbandoner. Irina ha poco pi di 20 anni, a Kherson nata e ha studiato. Dall’inizio dell’occupazione tiene un diario che ha deciso di condividere perch voglio che il mondo sappia cosa stanno facendo i russi alla mia citt, spiega. Via Telegram, utilizzando il Wi-Fi di un’amica, gira al Corriere della Sera gli stralci di quanto ha scritto in questi quattro mesi, flash di una vita che dal 26 febbraio, giorno in cui le truppe di Mosca sono entrate nella sua citt, non pi la stessa. Non ho paura, sono sicura che alla fine i russi saranno costretti ad andarsene e Kherson torner finalmente libera. Qui l’articolo integrale.

Ore 07:49 – 007 Usa-Gb avvertono, Cina vuole influenzare politiche Occidente

I capi dell’intelligence Usa e britannica hanno lanciato l’allarme sul rischio che la Cina stia cercando di rubare la propriet intellettuale e influenzare la politica nei paesi occidentali. Lo riporta la Cnn. Il direttore dell’Fbi Christopher Wray e il direttore generale dell’MI5 Ken McCallum hanno partecipato ad un evento a Londra durante il quale hanno presentato il lavoro congiunto delle due agenzie di intelligence per contrastare quella che secondo loro la minaccia pi grave di spionaggio e hackeraggio da parte del governo cinese. Oltre al furto di tecnologia, ha avvertito il direttore delll’Fbi, la Cina si sta anche muovendo per proteggere la sua economia da eventuali sanzioni future se dovesse tentare di conquistare Taiwan con la forza, avendo imparato la lezione dalla risposta dell’Occidente all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Ore 07:47 – Kiev, missili contro Skadovsk, un morto e 4 feriti

Una persona morta e altre quattro sono rimaste ferite, incluso un bambino, nel corso di un attacco lanciato ieri contro la citt portuale ucraina di Skadovsk (sud), nella regione di Kherson occupata dai russi: lo ha reso noto il sindaco Oleksandr Yakovliev, secondo quanto riporta il Kyiv Independent.

Ore 06:00 – Zelensky: Le nostre truppe avanzano a Kherson e Zaporizhzhia

La reazione ucraina starebbe dando buoni risultati sul terreno di guerra. Le forze armate ucraine stanno avanzando in diverse direzioni tattiche, in particolare al Sud, nella regione di Kherson e Zaporizhzhia. Non rinunceremo alla nostra terra: l’intero territorio dell’Ucraina sar ucraino, ha spiegato il presidente ucraino Zelensky in un video messaggio postato sul suo profilo Facebook.

Ore 05:50 – Shaman, il battaglione d’lite con cui gli ucraini conducono sabotaggi in territorio russo

(Andrea Marinelli e Guido Olimpio) Dopo aver faticato nella prima fase della guerra, quando procedevano con grande difficolt via terra, i russi hanno trovato la tattica giusta per raggiungere gli obiettivi. Nel Donbass si sono affidati alla potenza di fuoco dell’artiglieria — ampiamente superiore a quella ucraina — e avanzano lentamente, riuscendo comunque a strappare territorio alla resistenza: dopo aver conquistato l’intera regione di Lugansk, puntano ora su Sloviansk e sul resto di Donetsk, sfruttando il vantaggio in termini di uomini e mezzi. C’ una grande concentrazione di artiglieria e blindati in ogni chilometro quadrato, non riusciamo a resistere, ha confessato al Wall Street Journal Oleksiy Danilov, segretario del consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa di Kiev. Qui l’articolo completo.

Ore 05:47 – Il sindaco di Sloviansk invita residenti a evacuare la citt

Continua l’avanzata russa e la citt di Sloviansk sembra essere il prossimo obiettivo. Per questo il sindaco Vadym Liakh, ha esortato i residenti rimasti ad evacuare, poich la citt sembra essere nei piani di conquista di Donetsk e l’evacuazione dei civili diventa sempre pi difficile. Lo scrive The Kyiv Independent. Dopo aver conquistato il 3 luglio la citt di Lysychansk, l’ultima grande roccaforte ucraina nella regione di Luhansk, la Russia dovrebbe concentrarsi sull’acquisizione del pieno controllo del di Donetsk.

Ore 05:44 – Russia, ora Putin arresta anche i moderati: in carcere l’ex collaboratore dello Zar e la star dell’hockey

(Marco Imarisio) Attualmente sono in vacanza all’estero. Era due settimane fa, e cos parlava al telefono Vladimir Ryzhkov, deputato della Duma di Mosca, esponente dell’opposizione liberale a Vladimir Putin. Negli ultimi tempi, sono in molti a essere andati in vacanza, chiamiamola cos. Anche perch l’alternativa il soggiorno nelle patrie galere. Con una cadenza quotidiana da stillicidio, gli arresti eccellenti del Cremlino sono ripresi all’improvviso. Forse improprio definirla un’onda, come fu all’inizio della cosiddetta Operazione militare speciale, quando attivisti, studenti e storici leader della contestazione vennero privati della libert a migliaia. Quella fu la prima e pi importante operazione di azzeramento di ogni voce contraria. Qui l’articolo completo.

Ore 05:40 – Von der Leyen: prepariamoci a taglio totale del gas russo

Dobbiamo prepararci a ulteriori interruzioni dell’approvvigionamento di gas, anche a un taglio completo dalla Russia. Oggi complessivamente 12 Stati membri sono direttamente interessati da riduzioni parziali o totali dell’approvvigionamento di gas. ovvio: Putin continua a usare l’energia come arma. Per questo la Commissione sta lavorando a un piano di emergenza europeo. Presenteremo questo piano e gli strumenti necessari entro met luglio. Cos la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento in plenaria al Parlamento europea per la presentazione della presidenza ceca dell’Ue. Gli Stati membri dispongono gi dei loro piani nazionali di emergenza. Questo positivo, ma abbiamo bisogno di un coordinamento e di un’azione comune europei. Dobbiamo assicurarci che, in caso di interruzione completa, il gas fluisca verso il punto in cui maggiormente necessario. Dobbiamo provvedere alla solidariet europea. E dobbiamo proteggere il mercato unico e le catene di approvvigionamento dell’industria, ha spiegato. Non dobbiamo mai dimenticare l’amara lezione che abbiamo imparato all’inizio della pandemia. L’egoismo e il protezionismo portano solo alla disunione e alla frammentazione. Mentre l’unit e il coordinamento europei sono stati i rimedi chiave per superare questa brutale pandemia. Come sempre, speriamo per il meglio, ma ci prepariamo al peggio. Questo un duro lavoro davanti a noi. Ma come nelle ultime settimane, l’unit porter al successo.

Ore 05:35 – Ucraina, la Procura indaga su oltre 21mila crimini di guerra

Sono oltre 21mila i crimini di guerra presumibilmente commessi dalle forze russe che sono oggetto di indagine da parte delle autorit di Kiev. Lo riferisce il procuratore generale dell’Ucraina, Irina Venediktova. L’ufficio di Venediktova riceve ogni giorno segnalazioni di 200-300 crimini di questo tipo, rende noto Nexta Tv.

Ore 05:30 – Putin ha detto a Widodo che parteciper al G20, da decidere come

Per quanto riguarda il vertice del G20 di novembre, stato ricevuto un invito ufficiale dal presidente indonesiano Joko Widodo rivolto al leader russo. Jakarta stata informata dell’intenzione di Putin di partecipare. Il formato della partecipazione soggetto ad approfondimenti in base all’evoluzione della situazione nel mondo e tenendo conto della situazione sanitaria ed epidemiologica nel sud-est asiatico. Lo chiarisce il ministero degli Esteri russo in una nota, come riporta l’agenzia Tass. Sergey Lavrov guider invece in presenza la delegazione russa alla riunione dei ministri degli Esteri del G20 a Bali il 7 e 8 luglio.

Ore 05:25 – A Kherson i filo-russi bloccano YouTube e Instagram

YouTube e Instagram bloccati a Kherson. L’amministrazione filo-russa nella regione ucraina occupata afferma di aver ordinato lo stop agli accessi alla piattaforma e al social network. Siamo stati disconnessi da YouTube diversi giorni fa. Ora siamo senza YouTube e senza Instagram, ha detto il portavoce delle autorit filo-russe a Kherson, citato dall’agenzia Interfax.

7 luglio 2022 (modifica il 7 luglio 2022 | 17:54)



We would like to give thanks to the author of this article for this incredible content

La cestista americana detenuta in Russia si dichiara colpevole: rischia fino a 10 anni di prigione

Explore our social media profiles and other pages related to themhttps://prress.com/related-pages/